Martedi, 26 settembre 2017

Convegno Ferrandina Matera, si riparte

sindaco ferrovia

 

Tratto ferroviario Ferrandina-Matera

Antezza-Vico: "Dopo lo stanziamento di 210milioni, avviati i lavori funzionali alla fase progettuale"

"Con l'installazione del cartello d'inizio lavori, sul cantiere di adeguamento per i ripristino funzionale della Galleria Miglionico, abbiamo avviato le prime attività di potenziamento della linea ferroviaria lucana, attingendo ai primi 500mila euro dei 210milioni stanziati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti".

È quanto annunciato dall'ing. Maurizio Gentile, amministratore delegato e direttore generale di Rete Ferroviaria Italia, intervenuto lo scorso 11 luglio a Matera, nel corso dell'iniziativa dal titolo "Ferrovia Ferrandina - Matera:Si Riparte!", promossa dal gruppo parlamentare del PD e dai deputati Maria Antezza e Ludovico Vico, in collaborazione con l'Associazione Matera Ferrovia Nazionale. Un appuntamento al quale ha preso parte il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Graziano Del Rio.

"Quelle stanziate - hanno dichiarato i parlamentari del Pd Antezza e Vico - sono risorse operative, inserite nella legge di Bilancio, quindi dedicate a quest'opera e immediatamente utilizzabili. Matera,aveva l'esigenza di stare al centro del passaggio verso il Tirreno e di rafforzare il collegamento che si apre ora verso l'arco ionico. In questo momento, anche in vista di Matera 2019, dobbiamo mettere in campo una strategia differenziata nel tempo. Una strategia che guardi al breve ed uno al lungo periodo. Sicuramente nel lungo periodo pensiamo al completamento e alla messa in esercizio del tratto di ferrovia Ferrandina-Matera-La Martella eil nostro impegno continuerà perché è necessario lavorare per guardare anche al collegamento ferroviario veloce di Matera con l'Adriatico".

Mentre nel breve periodo occorre velocizzare i collegamenti ferroviari tra Matera-Altamura-Bari completando gli interventi già programmati sulla ferrovia a scartamento ridotto per ridurre i tempi di percorrenza (in circa60 minuti).

"Ci attende ancora del lavoro - hanno concluso i due parlamentari -, ma possiamo asserire che la politica, in questa vicenda, ha messo in campo il massimo della coesione istituzionale. Ringraziamo, perciò, tutti i colleghi che insieme a noi hanno portato avanti questa battaglia parlamentare. Una battaglia che ci ha permesso di ottenere il risultato che oggi possiamo vantare. Crediamo che quando la politica mette al centro la cultura del fare, la forza della ragione e la determinazione dell'azione, dando il meglio di sé, si possono raggiungere risultati importati".

Successivamente alla prima cantierizzazione, il prossimo settembre, saranno avviati anche i lavori sulle opere d'arte per i ponti, che verranno seguiti dall'attuazione del progetto di elettrificazione dell'intera linea.

"Non stiamo facendo promesse - ha detto il Ministro Graziano Del Rio -, abbiamo stanziato il denaro e stiamo iniziando i lavori. 250milioni complessivi, di cui 210 milioni stanziati nella Legge di Bilancio per il completamento della ferrovia Ferrandina-Matera,(oltre le risorse per il potenziamento delle Ferrovie Appulo Lucane), che permetteranno di collegare Matera al resto d'Italia. La scadenza ultima è quella del 2022, ma i lavori sono già stati avviati. Questa sera (11 luglio 2017, ndr) cancelliamo l'unica incompiuta ferroviaria italiana. Perché una volta affisso il primo cartello d'inizio lavori, RFI i lavori li porterà a termine con i tempi e i modi giusti, come sempre".

"La Basilicata - ha aggiunto Del Rio, concudendo - è uno dei primi luoghi di programmazione integrata. Quella che ha dato origine ai Patti del Sud. Di cosa ha bisogno per lo sviluppo questa terra? Come tutte le terre ha bisogno di due cose: che sia collegata ai poli industriali e ai poli turistici. Per questo è fondamentale investire sui collegamenti principali. E per fare ciò abbiamo deciso di farlo, tenendo conto delle priorità e lavorando e progettando tutti insieme".

Un particolare significato acquista il completamento della Ferrandina - Matera rivolto ad aggredire lo stato delle relazioni infrastrutturali fra la Basilicata interna e il sistema ferroviario nazionale insieme con la valutazione delle potenzialità che sono connesse al valore d'uso del sistema portuale di Taranto, la cui rilevanza è strategica ai fini dello sviluppo e della circolazione delle merci,concludono i deputati Pd Antezza e Vico.

***************************************

IL SINDACO AL CONVEGNO "FERRANDINA MATERA, SI RIPARTE."MATERA HA BISOGNO DI GARANZIE DI ACCESSIBILITA'" 

Ringraziando gli onorevoli Maria Antezza e Ludovico Vico, protagonisti del convegno "Ferrandina-Matera, si riparte" e all'associazione Matera Ferrovia nazionale,  il sindaco Raffaello de Ruggieri, stasera ha aperto i lavori dell'incontro portando i suoi saluti in particolare al ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio.

"A Matera quando si parla di ferrovie, l'immagine della città  somiglia a quella della Madonna Addolorata - ha aggiunto con una battuta  - Abbiamo assistito a iniziative partite alla fine dell'800 in una rincorsa epica per collegare Matera alla Ferrovia dello Stato, così come al tessuto viario principale della rete italiana. Stasera una delle spade che affliggono la Madonna verrà tolta,  grazie all'impegno dei nostri parlamentari, del Governo e alla concretezza delle garanzie di questo intervento attraverso la legge di Bilancio, portiamo buone notizie in questa città.

Le ho preparato - ha proseguito il sindaco - un cahier de doléances prima di questo incontro, perché voglio segnalarle il problema del collegamento ferroviario Bari-Matera e perché è  necessario ultimare alcune strutture viarie, che con un pizzico di buona volontà, potrebbero essere completate almeno entro la prossima estate.

Matera ha bisogno della garanzia di accessibilità per la progettualità che è in atto in questo momento.

La nostra ambizione - ha concluso il sindaco - non è quella di pensare di chiudere un ciclo nel 2019. Il 2019 è diventata una conquista di popolo, perché la candidatura di Matera è nata dalla comunità e non dalle istituzioni, diventando una vittoria e al tempo stesso una opportunità per creare garanzie che costruissero il modello di un Mezzogiorno che funziona e non si lamenta. Siamo in prima fila in questa operazione, perché sentiamo addosso la responsabilità di rappresentare, nel 2019,  non solo l'Italia, ma un esempio di azione politica, progettuale e attuativa che dia  speranza al Mezzogiorno. Le chiedo perciò, ancora una volta,  di guardare con affetto e attenzione a una città che è impegnata in questa impresa difficile, ma molto stimolante".

**********************************

La ferrovia tibetana (5 Md di euro ), la ferrovia più alta del mondo, a 4 mila metri, è stata costruita in 5 anni, la Ferrandina / Matera, un completamento, sarebbe disponibile se tutto va bene nel 2022. Chiederemo al Ministro Del Rio di venire in Parlamento a chiarire la posizione del Governo sul tema per spiegare in modo formale i tempi e gli strumenti per connettere Matera al sistema ferroviario italiano sia sul versante tirrenico (Salerno) che su quello Adriatico (Bari), superando lo scartamento ridotto che oggi collega in modo inadeguato Matera a Bari. Su questi temi l'intervento del Ministro Del Rio a Matera alla manifestazione del pd non è stato esaustivo. Bisogna chiarire gli strumenti di programma (contratto di programma Ministero / RFI ); il ruolo della Regione Basilicata che si era detta contraria a questo intervento in sede parlamentare nel corso della audizione del presidente Pittella nella commissione trasporti della Camera ed in Consiglio Regionale; la coerenza e la sostenibilità con il piano regionale dei trasporti. La ferrovia di Matera ed il trasporto ferroviario in Basilicata non possono essere uno spot propagandistico, ma devono assumere la fisionomia di una programmazione tra Governo e Regione ,per garantire ai lucani ed ai cittadini che scelgono di venire in Basilicata di superare l'isolamento e le difficoltà di accesso del tempo presente. 

on.Cosimo Latronico

********************************

Patto di Sviluppo per la Basilicata,  accelerare sulle opere

L'intervento del presidente Lorusso al convegno sulla Matera Ferrandina con il ministro Delrio

 "Accelerare i tempi di realizzazione delle opere infrastrutturali previste all'interno del Patto per lo Sviluppo della Basilicata, sottoscritto a maggio 2016 dal presidente della Regione, Marcello Pittella e dall'allora Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Rispetto al cronoprogramma iniziale registriamo, infatti, ritardi che ci preoccupano".

Questo quanto dichiarato dal presidente di Confindustria Basilicata, Pasquale Lorusso, in occasione del dibattito pubblico sulla Ferrovia Matera-Ferrandina che si è svolto ieri sera nella Città dei Sassi, voluto dai deputati del Pd, Maria Antezza e Ludovico Vico, con la partecipazione  del ministro ai Trasporti e Infrastrutture, Graziano Delrio e dell'amministratore delegato e  direttore generale di Rete Ferroviaria Italiana, Maurizio Gentile.

"Gli impegni assunti dal Governo e confermati questa sera - ha aggiunto il  leader degli industriali lucani, intervenuto nel corso dei lavori - sono un fatto importante per tutta la Regione e anche per quel mondo produttivo che da tempo chiede un maggior impegno nel superamento dell'atavico  gap infrastrutturale del Sud e della Basilicata, come condizione imprescindibile di sviluppo. Va sicuramente dato atto all'Esecutivo di aver segnato una discontinuità, rispetto al passato, nell'attenzione al Mezzogiorno. Resta tuttavia sullo sfondo - ha aggiunto - un gravame burocratico che rende irte di difficoltà le fasi implementative dei vari interventi a cui abbiamo dato il carattere dell'urgenza, individuandoli come prioritarie, anche in vista di Matera Capitale della Cultura 2019". Lorusso è poi passato a snocciolare le criticità più gravi del sistema infrastrutturale lucano. "Abbiamo ancora tanto piombo sulle ali, pensiamo a che cosa potremmo essere se fossimo alleggeriti anche su questo versante. C'è un processo di riforme - ha concluso Lorusso - che va accelerato nonostante le difficoltà".

 

 

 

 

 

 

Redazione on line
15 luglio 2017 15:28

Scrivi un commento

 
 
 
Code Image