Venerdi, 28 febbraio 2020

“Lupo Lucano” : Nato con la camicia

Giampiero Maruggi è quello che si dice un uomo nato con la camicia. Avvocato prestato al mondo bancario è arrivato ai vertici del Madiocredito di Basilicata e, successivamente, alla Direzione Generale della Banca Popolare del Materano. Deciso ed operativo (anche troppo) venne beccato dalla Banca d'Italia mentre metteva le mani nei conti correnti della signora Torreforte e della signora Tamburrino a loro insaputa. Mancavano alcuni miliardi (di lire) che la Banca ha pazientemente rifuso in forme più o meno canoniche alle correntiste. Sempre in quegli anni, la Guardia di Finanza accertò che la Banca Popolare del Materano praticava tassi usurai ed il software di controllo che avrebbe dovuto allertare impiegati e dirigenti era stato manomesso per "tacere", tutto scritto in una informativa trasmessa alla Procura della Repubblica. Sempre la Guardia di Finanza, accertò che vi erano profili di violazioni delle norme in materia di cartolarizzazioni e chiese al Procuratore dell'epoca, Dr. Giuseppe Chieco, di nominare esperti in materia per valutare la maxi cartolarizzazione "Mutina". Chieco, scrisse che la Finanza nulla aveva segnalato e archiviò il tutto. Non archiviò, invece, il PM Annunziata Cazzetta che chiese il rinvio a giudizio di Giampiero Maruggi ed altri trenta. Il nostro era accusato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni degli azionisti della Banca Popolare del Materano ed altre amenità. Ma, sempre Cazzetta, dopo una relazione di tale Menichini di 20 pagine, sconfessò alcune migliaia di pagine di perizie chieste dalla Procura e pagate alcune centinaia di migliaia di euro e corposi verbali del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza  e chiese il proscioglimento. Menichini era un funzionario dell'Associazione Banche Italiane. Ma questo particolare, che avrebbe dovuto renderlo incompatibile con l'incarico conferitogli dal Giudice Angelo Onorati, pare fosse stato proprio il criterio per cui era stato scelto. Così, anche questa volta, Giampiero Maruggi ne venne fuori alla grande. Poi, in tempi recenti, dal mondo creditizio è andato via. Si dice abbia voluto cimentarsi in nuove esperienze ed eccolo, subito, accontentato. Nominato dalla Giunta Regionale direttore generale della Azienda Sanitaria Materana e, dopo solo qualche mese, passato alla direzione generale dell'Ospedale San Carlo di Potenza. Non ha spiegato, il presidente De Filippo, quali siano state le qualità peculiari che lo abbiano fatto preferire a tanti altri concorrenti. Certo è che Giampiero Maruggi può definirsi un uomo nato con la camicia e, per essere precisi, anche col grembiule!

Redazione on line
27 febbraio 2013 12:42