Venerdi, 03 aprile 2020

CNA: tutte le Associazioni hanno il diritto di dire la propria a condizione che siano rappresentative dei comparti che rappresentano.

 

Condividiamo, afferma Leo Montemurro, quanto affermato dall'Assessore Cupparo circa il fatto che le discussioni vanno affrontate sui tavoli istituzionalmente previsti dalle norme europee e nazionali (Comitati di Sorveglianza e riunioni del Partenariato Economico e Sociale) e non in consessi ristretti, di certo non rappresentativi dell'universo mondo dell'impresa in Basilicata e della totalità delle imprese più in generale. Nella nostra Regione sono migliaia le imprese non iscritte a nessuna Associazione di categoria e tantissime quelle iscritte ad Associazioni che non si riconoscono in alcun Manifesto o Cartello imprenditoriale, che al pari delle altre hanno pari dignità confrontate con le altre.

La Cna ha sempre partecipato agli incontri convocati dalle Istituzioni e dalla Regione in primis in ossequio alle norme precedentemente richiamate e non ha mai fatto mancare il proprio costruttivo contributo al riguardo in nome e per conto delle imprese lucane  associate ma senza dimenticare anche aspetti di carattere più generale, atteso che CNA è a pieno titolo una protagonista del Partenariato Economico e Sociale di questa Regione.

Da qualche tempo abbiamo deciso di non delegare più ad alcun Manifesto la nostra rappresentanza recuperando libertà ed autonomia di pensiero e di azione che si traduce in tantissime iniziative di informazione, formazione, sostegno nell'accesso al credito ed assistenza nella partecipazione a bandi pubblici, oltre che nella rappresentanza politico sindacale degli interessi degli Associati puntualmente illustrata nelle sedi a ciò deputate.

E questo conclude Montemurro è il principio al quale ci siamo sempre ispirati nella nostra azione quotidiana con tutte le Istituzioni a partire dal livello comunale passando da quello provinciale per arrivare a quello regionale ed al quale non mancheremo di uniformare la nostra azione nei mesi e negli anni a venire.

 

 

Redazione on line
28 febbraio 2020 19:19