Giovedi, 17 ottobre 2019

Presentazione XVII Congresso Nazionale Conaf

 

SOSTENIBILITÀ, DA CONCETTO A PIANO D'AZIONE

Agronomi e Forestali a Matera artefici della transizione ecologica e sociale del Paese verso la sostenibilità

Contrasto al cambiamento climatico e sostenibilità, a livello globale, nazionale e locale, sono le moderne sfide che il mondo agricolo e forestale accolgono ed interpretano da protagonisti

Con questa consapevolezza, al XVII Congresso Nazionale dell'Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali (Matera 7 - 9 novembre 2019) si dibatteranno gli obiettivi dell'Agenda 2030 approvati dall'ONU e le modalità per poter contribuire al loro raggiungimento.

"Per il congresso di Matera abbiamo selezionato 4 obiettivi dei 17 indicati dall'ONU, quelli in cui il settore primario può dare un contributo: sicurezza alimentarecittà vivibili e comunità sostenibilisicurezza ambientalegestione delle foreste.

Come professionisti sappiamo che per raggiungere i risultati prefissati serviranno conoscenze, competenze, tecnologie innovative e un piano d'azione. L'occasione del congresso nazionale servirà a raccogliere idee e contributi per stilare un piano decennale affinché la nostra categoria possa essere artefice della transizione ecologica e sociale del Paese verso la sostenibilità." - Sabrina Diamanti, Presidente CONAF

PRESENTAZIONE

XVII Congresso Nazionale dell'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali

#AGROFOR2030: THE GLOBAL GOALS.

Paradigmi ed evoluzione di una professione in uno scenario di sviluppo sostenibile

Ore 10 - 3 ottobre 2019

Sala Mandela - via Aldo Moro, Palazzo del Comune di Matera

Intervengono:

  • Raffaello De Ruggieri,sindaco di Matera
  • Sabrina Diamanti,Presidente CONAF
  • Carmine Cocca,Presidente regionaledell'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali

Ufficio stampa Conaf 

Manuel Bertin    Telefono 329-3548053   ufficiostampa@conaf.it    https://congr

*********************************

#AGROFOR2030: THE GLOBAL GOALS.

Matera 7-9 novembre 2019 

AGRONOMI E FORESTALI: PROTAGONISTI DEL TERRITORIO E DELLA SOSTENIBILITÀ 

A novembre, a Matera si terrà il XVII congresso nazionale dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali.

Al centro della discussione gli obiettivi che l’ONU intende raggiungere entro il 2030 tra cui sono stati individuato 4 in cui la categoria può essere protagonista: sicurezza alimentare, città vivibili e comunità sostenibili, sicurezza ambientale e gestione delle foreste. 

La scelta della città di Matera è derivata dalla necessità di proiettare tematiche europee in una realtà importante quale quella della Basilicata. I temi prescelti rappresentano la sintesi di una professione in evoluzione costante che risponde quotidianamente sul territorio. Agenda 2030 è oggi un obiettivo ambizioso che verrà trattato nel congresso in tre giornate ricche di contenuti tecnici e culturali.” – afferma Sabrina Diamanti, Presidente CONAF – “L’apertura del congresso nell’aula magna dell’Università testimonia la nostra particolare attenzione ai giovani che stanno combattendo per il loro futuro e che non devono essere preda di slogan, ma comprendere che solo con una corretta preparazione e appoggiandosi alla scienza possono diventare professionisti in grado di superare le sfide.” 

Matera è la metafora della trasformazione che vorremmo promuovere per i luoghi di produzione di cibo; spazi non solo funzionali alle tecniche produttive, ma che esprimono l’identità di una comunità e promuovono un più profondo rapporto tra produttore e consumatore.” - Marcella Cipriani, Vicepresidente CONAF – “Discuteremo di come implementare la capacità progettuale dei dottori agronomi e dottori forestali, di quale tipo di formazione e organizzazione necessita la categoria per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di Agenda 2030, attraverso un progetto di transizione ecologia e sociale verso lo sviluppo sostenibile.” 

I quattro temi trattati evidenziano tematiche europee che sono perfettamente inglobate nel progetto europeo della nostra professione al livello locale. I dottori agronomi e dottori forestali sono oggi valore aggiunto per una Basilicata che sta vivendo un momento di forte evoluzione territoriale dove l’eco sostenibilità e la qualità delle produzioni rappresenta un tema fondante. Un tema che si riassume nelle quattro tesi congressuali che accogliamo in Basilicata con il doveroso interesse auspicando un congresso pieno di contenuti e competenza.” – afferma Carmine Cocca, Presidente regionale dell’Ordine. 

 “La storia di Matera è una utopia che è diventata realtà. Accogliamo nella nostra città i dottori agronomi e dottori forestali con molto piacere perché, con i temi che tratteranno sugli obiettivi di Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, arricchiranno ancora di più la città di confronti culturali e professionali per noi molto importanti.” – dichiara Nicola Trombetta, Vicesindaco di Matera –“Matera è la metafora della trasformazione che vorremmo promuovere per i luoghi di produzione di cibo; spazi non solo funzionali alle tecniche produttive, ma che sono belli e che esprimono l’identità di una comunità e promuovono un più profondo rapporto tra produttore e consumatore.”

 

Redazione on line
04 ottobre 2019 09:30