Giovedi, 17 ottobre 2019

Confindustria premia progetti imprenditoriali

A Potenza la presentazione di Best Practices per l'Innovazione

L'iniziativa realizzata in collaborazione con Sviluppo Basilicata e rivolta a imprese e startup

Ritorna "Best Practices per l'Innovazione" il premio nazionale organizzato da Confindustria Salerno che, in collaborazione con Confindustria Basilicata e Sviluppo Basilicata, ha voluto dedicare una tappa potentina alla presentazione della XIII edizione a imprese e start up del territorio.

L'incontro si è tenuto questo pomeriggio presso l'incubatore di Sviluppo Basilicata che ha sede nel Campus di Macchia Romana dell'Unibas, a Potenza, a margine del Consiglio direttivo della sezione Informatica, Servizi innovativi e tecnologici di Confindustria Basilicata.

"Abbiamo voluto promuovere l'iniziativa - ha dichiarato il presidente della Sezione informatica, servizi innovativi e tecnologici di Confindustria Basilicata, Crescenzo Coppola - con la consapevolezza dei profondi mutamenti in atto che hanno effetti molto concreti anche per le imprese. Il nostro compito  è cogliere tale mutamento  e trasformarlo in opportunità di crescita per il nostro territorio e per i nostri giovani, provando a contrastare pericolosi fenomeni come fuga dei cervelli e spopolamento".

"Il nostro territorio - ha aggiunto l'amministratore unico di Sviluppo Basilicata, Gabriella Megale - è fatto di tante piccole imprese che hanno bisogno di supporto non solo in termini economici ma anche di crescita culturale e connessione con tutti gli stakeholder del nostro ecosistema. Nel titolo di questa iniziativa "Connettere per innovare" si legge la sfida di Sviluppo Basilicata: essere ancora più connessa al mondo delle imprese, al fine di indirizzare al meglio lo slancio innovativo delle aziende e favorire collaborazione per lo sviluppo di innovazione. Obiettivo questo che ci proponiamo anche con il Sistema IncHUBatori che oggi ospita l'iniziativa".

 A descrivere caratteristiche e modalità di accesso all'edizione 2019 del Premio che si è aperta proprio in questi giorni, Edoardo Gisolfi, presidente del Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno, in rappresentanza del Comitato Nazionale Coordinamento Territoriale (CNCT) di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici che supporta il Premio.

Il Premio si rivolge ad aziende che abbiano realizzato progetti innovativi per propri clienti o nuovi prodotti/servizi innovativi, oppure innovazioni interne di processo e/o prodotto, ma anche a singoli individui, team proponenti idee d'impresa, startup e spin-off universitari.

La partecipazione al Premio, consentirà, oltre che a far conoscere il proprio progetto attraverso diversi canali di comunicazione, anche di sviluppare relazioni nell'ambito del potente e diffuso networking del Premio: big player dell'innovazione, agenzie di sviluppo, università, centri di ricerca, banche, business angel, venture capital, business scouting, fondi di private equity, piattaforme di crowdfunding, incubatori e acceleratori. E' possibile candidare i progetti fino all'8 novembre attraverso il sito www.premiobestpractices.it e l'evento di premiazione finale si terrà presso la Stazione Marittima di Salerno nei giorni 5 e 6 dicembre 2019.

L'incontro è stato realizzato anche con la collaborazione dei Comitati della Piccola Industria di Confindustria Basilicata e Salerno.

"Ci siamo sempre chiesti - ha commentato il presidente PI Basilicata, Lorenzo Pagliuca - cosa poter fare in più per le nostre imprese del territorio che come sappiamo scontano il gap di competitività del Mezzogiorno. La trasformazione digitale è sicuramente un fattore che può aiutare le nostre imprese a superare tali ostacoli, in particolar modo quelli infrastrutturali che tanto penalizzano le nostre regioni".

"Questi sono momenti importanti per costruire la svolta in ambito di innovazione", ha aggiunto il presidente della Piccola Industria di Confindustria Salerno, Gerardo Gambardella.

Nel corso dell'incontro sono intervenuti anche la responsabile del settore Internazionalizzazione di Sviluppo Basilicata, Patrizia Orofino e Giovanni Pergola che ha portato l'esperienza di Boote srl.

 

 

Redazione on line
01 ottobre 2019 03:43