Lunedi, 19 agosto 2019

Impianti sportivi, pubblicato il bando del Comune per la concessione degli spazi orari

 

E' stato pubblicato nell'Albo pretorio del Comune di Matera e sul portale internet dell'Ente alla pagina http://www.comune.matera.it/avvisi/item/3869-avviso-pubblico-spazi-orari-palestre-e-impianti-sportivi-anno-2019-2020, l'Avviso pubblico per l'assegnazione degli spazi orari nelle palestre scolastiche e negli impianti sportivi comunali per l'anno sportivo 2019-2020.

Le domande per la concessione in uso delle strutture dovranno essere presentate entro le ore 12.30 del 21 agosto 2019. Le palestre scolastiche saranno disponibili negli spazi orari al di fuori delle attività didattiche.

Gli impianti sportivi comunali utilizzabili sono: il palazzetto di Via Vena, la tensostruttura di Via Sanniti, il camposcuola di atletica leggera, i campi da tennis di Viale delle Nazioni Unite e lo Stadio XXI Settembre, con i campi da gioco e le annesse palestre. Sono stati momentaneamente esclusi dall'Avviso, perché oggetto di lavori di riqualificazione: il Palasassi con piscine e palestre annesse, i campi sportivi della zona Paip 1 e del Borgo La Martella. Al termine dei cantieri questi impianti saranno oggetto di un nuovo avviso pubblico per la concessione in uso.

"Come annunciato nei vari incontri con le federazioni e le società sportive - sottolinea l'Assessore allo Sport, Giuseppe Tragni - il Comune ha emanato l'Avviso pubblico in anticipo rispetto agli anni scorsi per garantire l'avvio delle attività sportive. Sempre in quest'ottica, grazie alla collaborazione dei dirigenti scolastici, si potrà consentire l'ingresso nelle palestre già a partire dal 2 settembre.

Per garantire, inoltre, una più ampia disponibilità e un'idonea destinazione degli spazi per le molteplici discipline sportive per le quali è prevedibile una richiesta, invito la Provincia di Matera a garantire prima possibile l'accesso alle palestre scolastiche di propria competenza. Questo permetterebbe di rendere omogenea l'offerta oraria e funzionale la disponibilità degli spazi a disposizione delle società".

*********************************************  


COMUNE DI MATERA 

SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA, ALLA FAMIGLIA, AL CITTADINO

Ufficio Sport

Prot. n. 0062539/2019                    Matera, 2 agosto 2019

 AVVISO PUBBLICO PER ASSEGNAZIONE SPAZI ORARI NELLE PALESTRE SCOLASTICHE  E NEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI   ANNO SPORTIVO 2019/20 

IL DIRIGENTE 

VISTO il vigente Regolamento comunale per la gestione e l’uso degli impianti sportivi comunali (approvato con deliberazione di C.C. n. 128 del 23.11.1995); 

VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n. 465 del 15.09.2017, ad oggetto “Assegnazione palestre scolastiche comunali anno sportivo 2017/2018”, con cui, in assenza di una specifica disciplina regolamentare circa l’assegnazione delle palestre scolastiche per l’esercizio di attività sportive al di fuori delle attività scolastiche nell’ambito del richiamato vigente Regolamento comunale e nelle more dell’approvazione di un nuovo Regolamento, erano stati forniti indirizzi sulla scorta dei quali predisporre avviso pubblico per l’assegnazione degli spazi orari disponibili, al di fuori delle attività scolastiche, nelle palestre delle scuole comunali, anno sportivo 2017/2018, poi pubblicato con prot. n. 0063246/2017 del 16.09.2017; 

RICHIAMATE le seguenti previsioni normative:

D.P.R. 24/07/1977 n. 616, art. 38, che consente ai Comuni l’utilizzo dei locali e delle attrezzature scolastiche;

Legge 04/08/1977 n. 517, art. 12, secondo cui i locali e le attrezzature scolastiche possono essere utilizzati fuori dall’orario di servizio scolastico per attività che realizzino la funzione della scuola come centro di promozione culturale, sociale e civile;

Legge 27/12/2002, n. 289, art. 90, commi 24 e 26, in base a cui le palestre, le aree di gioco e gli impianti scolastici, compatibilmente con le esigenze dell’attività didattica e delle attività sportive della scuola, comprese quelle extracurriculari ai sensi del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 ottobre 1996 n, 567, devono essere posti a disposizione di società ed associazioni sportive dilettantistiche aventi sede nel medesimo comune in cui ha sede l’istituto scolastico o in comuni confinanti; 

RICHIAMATI, altresì:

il protocollo d'intesa a livello nazionale, sottoscritto, in data 27.09.2000, dal Ministero della Pubblica Istruzione, dall'UPI, dall'ANCI, dall'UNCEM e dalle Organizzazioni Sindacali, con cui sono state definite le attività ausiliarie e le modalità di svolgimento di alcuni servizi scolastici in cui confluiscono le funzioni di competenza statali e comunali;

il protocollo d'intesa locale, sottoscritto, in data 29.01.2001, tra il Comune di Matera e le Istituzioni Scolastiche locali, con cui sono stati individuati i servizi scolastici a cui applicare il protocollo d'intesa nazionale. In quell’occasione, a seguito di riunione del 16.10.2001 con i Dirigenti Scolastici, si è stabilito che le società sportive utenti delle palestre scolastiche compartecipano alle spese relative al costo per il personale ausiliario con un compenso orario forfettario di € 1,29 da versarsi direttamente alle scuole, ad integrazione di quello corrisposto dal Comune per la collaborazione di detto personale;

DATO ATTO che il Comune, in forza delle predette norme legislative e regolamentari, atti e intese, ha facoltà di disporre la concessione temporanea dei locali e delle attrezzature scolastiche, previo assenso degli organi scolastici competenti, e che, pertanto, occorre acquisire le relative domande; 

RITENUTO, al contempo, di acquisire anche le domande per l’assegnazione degli spazi orari degli altri impianti sportivi comunali, ai fini della loro concessione temporanea diretta da parte del Comune di Matera – Ufficio Sport, in ossequio al richiamato vigente Regolamento comunale per la gestione e l’uso degli impianti sportivi comunali, stante che, scadute le convenzioni per l’affidamento delle relative gestioni, non risultano ancora definite le procedure tecnico-amministrative, di competenza dei diversi uffici/settori comunali coinvolti, per la individuazione dei nuovi gestori, a superamento dell’attuale fase eccezionale e transitoria; 

DATO ATTO che tale contemporanea acquisizione delle domande di assegnazione degli spazi orari disponibili nelle palestre scolastiche e negli impianti sportivi comunali, e, quindi, la relativa contemporanea concessione degli stessi, ha la principale finalità di addivenire ad una ripartizione tra tutte le Associazioni/Società sportive interessate, tenendo in particolare riguardo la compatibilità della pratica sportiva (soprattutto se agonistica) con la tipologia e le caratteristiche strutturali degli impianti da assegnare e mitigando, nei limiti del possibile, le criticità connesse alla chiusura per lavori di diversi impianti, per buona parte del corrente anno sportivo, o, addirittura, per l’intero anno; 

SI AVVISA 

che, entro le ore 12,30 del giorno 21 agosto 2019, possono essere presentate le domande per l’assegnazione in concessione d’uso, per l’anno sportivo 2019/2020, degli impianti sportivi e delle palestre scolastiche comunali, per queste ultime, relativamente agli spazi orari disponibili al di fuori delle attività scolastiche (intese come attività didattiche e attività sportive della scuola, comprese quelle extracurriculari), così come indicati nella comunicazione dell’ufficio Sport ai Signori Dirigenti scolastici, prot. n. 0060684/2019 del 26/07/2019, e qui di seguito riportati. 

1. PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI E SPAZI ORARI CONCEDIBILI

1. Qui di seguito si riportano le palestre scolastiche comunali e gli spazi orari (giorni e fasce orarie), al momento, concedibili:

PALESTRA SCOLASTICA

LUNEDI’

MARTEDI’

MERCOLEDI’

GIOVEDI’

VENERDI’

NOTE

Scuola Media

N. Festa

Via Lanera, 59

19,30-21,30

salvo conferma utilizzo IIS Liceo Classico Duni

19,30-21,30

19,30-21,30

salvo conferma utilizzo IIS Liceo Classico Duni

19,30-21,30

19,30-21,30

salvo conferma utilizzo IIS Liceo Classico Duni

Non richiedibile per tiro con l’arco e rotellistica.

Scuola Media

Fermi

17,00-21,30

17,00-21,30

17,00-21,30

17,00-21,30

17,00-21,30

Non richiedibile per tiro con l’arco.

Può essere richiesta anche di sabato pomeriggio e di domenica, in quanto omologabile per gare agonistiche campionati di categoria giovanile e di serie provinciale e regionale FIP e FIPAV.

Scuola

Via Frangione

17,00-21,30

17,00-21,30

17,00-21,30

17,00-21,30

17,00-21,30

Può essere richiesta anche di sabato pomeriggio e di domenica, in quanto omologata per gare agonistiche nazionali FITARCO.

Scuola Media Torraca

Via A. Moro

17,00-21,30

17,00-21,30

17,00-21,30

17,00-21,30

17,00-21,30

Non richiedibile per tiro con l’arco e rotellistica.

Scuola Elementare/Media Cappelluti

Via D’Alessio

18,00-21,30

17,00-21,30

18,00-21,30

17,00-21,30

18,00-21,30

Non richiedibile per tiro con l’arco e rotellistica.

Scuola Elementare Marconi

17,30-21,30

17,30-21,30

17,30-21,30

17,30-21,30

17,30-21,30

Non richiedibile per tiro con l’arco e rotellistica.

Scuola Media Pascoli

Via Parini, 1

18,00-21,30

18,00-21,30

18,00-21,30

18,00-21,30

18,00-21,30

Non richiedibile per tiro con l’arco e rotellistica.

Scuola Elementare Nitti

18,00-21,30

18,00-21,30

18,00-21,30

18,00-21,30

18,00-21,30

Non richiedibile per tiro con l’arco e rotellistica.

Scuola Elementare Lazazzera

17,30-21,30

17,30-21,30

17,30-21,30

17,30-21,30

17,30-21,30

Non richiedibile per tiro con l’arco e rotellistica.

 2. Con apposito avviso, anche in corso d’anno, successivamente a specifiche indicazioni che dovessero provenire dal competente Settore LL.PP. e nell’interlocuzione con il relativo Dirigente scolastico, saranno eventualmente aperti i termini per la presentazione delle domande di assegnazione di spazi orari concedibili, nell’ambito della palestra annessa al Plesso scolastico comunale del Borgo La Martella.

3. Fatto salvo quanto previsto, in via eccezionale e transitoria, dal successivo articolo 8 (ASSEGNAZIONI TEMPORANEE IN PROSECUZIONE FRUIZIONI A.S. 2018/2019), le assegnazioni delle palestre scolastiche, riferite all’anno sportivo 2019/2020, all’esito dell’istruttoria ed a conclusione della procedura di cui al presente Avviso, avranno presumibilmente avvio da metà/fine ottobre 2019 e termine il 30 giugno 2020.

4. Resta espressamente fermo che tutte le assegnazioni, anche se già formalizzate con la sottoscrizione della relativa convenzione di concessione, potranno in qualunque momento subire variazioni (sia nel senso di restrizioni di spazi orari, che di modifiche di fasce orarie, che di soppressioni di giorni) a seguito di eventuali comunicazioni, pur in corso d’anno, di minori spazi orari disponibili per le attività extradidattiche, da parte dei rispettivi dirigenti scolastici. In tal caso, il concessionario avrà soltanto diritto al rimborso di quanto eventualmente già versato a titolo di tariffa d’uso per gli spazi orari non più fruibili, senza avere null’altro a pretendere dall’Amministrazione Comunale concedente, né dalla Scuola.

 

2. IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI: ELENCO ATTUALE, SALVO INTEGRAZIONI

1. Salvo ad integrare (anche con più avvisi) l’elenco qui di seguito riportato, nell’ipotesi di eventuali specifiche indicazioni del competente Settore LL.PP., circa la sopravvenuta fruibilità, e la possibile ripresa delle attività sportive delle discipline interessate, degli impianti sportivi oggi non messi a bando in quanto interessati da lavori, in corso o di prossima imminente cantierizzazione (il riferimento è agli impianti: Palasassi, piscine e palestra, Campo Sportivo con annesso campo di calcetto Zona Paip 1, Campo Sportivo del Borgo La Martella), al momento, gli impianti sportivi comunali per i quali possono essere presentate le domande di assegnazione in concessione d’uso, sono i seguenti:

ð               Palazzetto di Via Vena;

ð               Tensostruttura di Via dei Sanniti;

ð               Campo Scuola di Viale delle Nazioni Unite, relativamente a:

pista di atletica

palestra (NOTE: omologata per gare di campionato FITET che necessitano al massimo di 2 aree di gioco);

ð               Campi da Tennis di Viale delle Nazioni Unite, relativamente a:

2 campi da tennis scoperti

2 campi da tennis coperti;

ð               Stadio XXI Settembre, relativamente a:

campo sportivo

palestra (NOTE: omologata per gare di campionati fino alla serie regionale FIPAV)

campo di calcetto

palestra di scherma (NOTE: richiedibile solo per la scherma).

2. Le richieste potranno riguardare i seguenti giorni e orari, come previsti dall’art. 4 del richiamato vigente Regolamento comunale per la gestione e l’uso degli impianti sportivi comunali:

ð               giorni feriali

-                 dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 23.00.

N.B. La concedibilità di spazi orari prima delle 8.00 o dalle 13.00 alle 15.00, in presenza di eventuali richieste, sarà possibile solo se l’Ente, e per esso il consegnatario/responsabile dell’impianto, assicuri l’apertura dell’impianto anche in quella fascia oraria;

-                 il sabato mattina dalle ore 8.30 alle ore 13.00;

-                 il sabato pomeriggio e la domenica, solo per lo svolgimento di campionati federali e di ogni altra manifestazione agonistica.

Non possono essere presentate domande di concessione di spazi orari negli impianti sportivi comunali sopraelencati al precedente punto 1, relativamente ai giorni di seguito indicati, nei quali gli impianti resteranno chiusi:

-                     dal 10 al 20 agosto;

-                     nei giorni di Capodanno, Epifania, Pasqua e Lunedì dell’Angelo, 25 aprile, 1° maggio, 2 luglio, Ferragosto, Ognissanti, 8 dicembre, Natale e Santo Stefano.

3. Fatto salvo quanto previsto, in via eccezionale e transitoria, dal successivo articolo 8 (ASSEGNAZIONI TEMPORANEE IN PROSECUZIONE FRUIZIONI A.S. 2018/2019), le assegnazioni degli impianti sportivi, riferite all’a.s. 2019/2020, all’esito dell’istruttoria ed a conclusione della procedura di cui al presente Avviso, avranno presumibilmente avvio da metà/fine ottobre 2019 e termine alle date indicate dai richiedenti nelle domande, in ragione della data di conclusione delle rispettive attività della stagione sportiva 2019/2020 (attestabile, in linea di massima, al 30 giugno 2020) e fatta salva la chiusura estiva degli impianti.

 

3. SOGGETTI AMMESSI ALLA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE – PRECISAZIONI E RISERVE

1. Possono essere concessionari di spazi orari nelle palestre scolastiche e negli impianti sportivi comunali e a tal fine possono presentare domanda di assegnazione a termini del presente Avviso, le Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche, affiliate a Federazioni Sportive e/o a Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI, anche in forma associata, operanti nel territorio del Comune di Matera, i cui atti costitutivi e statuti siano redatti nella forma dell’atto pubblico o della scrittura privata autenticata o registrata.

2. Possono, altresì, essere concessionari di spazi orari limitatamente agli impianti sportivi comunali e a tal fine possono presentare domanda di assegnazione a termini del presente Avviso, anche Società Sportive costituite con altra forma giuridica (S.p.A., S.r.l., altro), operanti nel territorio del Comune di Matera, partecipanti a campionati professionistici istituiti dalle relative Federazioni Sportive.

3. Le Associazioni/Società Sportive partecipanti dovranno risultare affiliate a Federazioni Sportive e/o a Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI, alla data della presentazione della/e domanda/e di partecipazione alla procedura di assegnazione avviata con il presente Avviso, a pena di esclusione.

4. Su indicazione dell’Assessorato allo Sport, si fa presente che, in via eccezionale, nell’ipotesi in cui si confermi la non iscrizione, nella stagione sportiva 2019/2020, a campionati di calcio almeno di serie D, di una squadra che porti il nome della città di Matera, l’Amministrazione comunale si riserva di poter concedere l’uso degli spazi orari del Campo Sportivo dello “Stadio XXI Settembre”, anche a Società Sportive non operanti nel territorio comunale, partecipanti a campionati di calcio di serie C o D, che ne facciano richiesta. In tale ipotesi, ove si verifichi la presentazione, a termini del presente Avviso, di altre domande di assegnazione di spazi orari nel medesimo impianto (campo di calcio), da parte di Associazioni/Società Sportive cittadine, si attiverà ogni iniziativa utile a consentire comunque l’utilizzo dell’impianto da parte di queste ultime, tenendo opportunamente conto del livello dell’attività calcistica in gioco.

 

4. DOMANDE E DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE - ESCLUSIONI

1. Nelle domande, che potranno anche essere formulate adattando, per quanto di interesse, i fac-simile allegati al presente Avviso (Modulo A – PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI; Modulo B – IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI), dovranno essere fornite, quale contenuto minimo essenziale, a pena di esclusione delle domande, le seguenti dichiarazioni e indicazioni, con prescritta documentazione a corredo:

1.1.       Gli estremi dell’atto costitutivo e statuto della Associazione/Società sportiva richiedente, con allegate le relative copie, se non già agli atti dell’Ufficio Sport a seguito della partecipazione alla procedura di cui all’Avviso prot. n. 0072425/2018.

1.2.       Gli estremi dell’affiliazione a Federazioni Sportive e/o a Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI delle Società/Associazioni Sportive richiedenti.

1.3.       L’impianto (palestra scolastica/altro impianto sportivo) richiesto, con i giorni e le fasce orarie per cui si esprime preferenza.

N.B. In caso di richiesta di assegnazione di più palestre scolastiche/impianti, dovranno essere presentate altrettante domande, adattando, ove si ritenga, altrettanti Moduli A e/o B.

1.4.       L’indicazione della disciplina sportiva da svolgere, con la precisazione del tipo (agonistica/non agonistica, altro) di attività sportiva da praticare nello specifico impianto e del livello (professionistico, dilettantistico, amatoriale, altro), specificando se l’utilizzo richiesto sia finalizzato a: allenamenti; attività non agonistica; attività amatoriale; gare/manifestazioni agonistiche, con la specifica indicazione del campionato/torneo a cui si partecipa; altro.

1.5.       Il numero degli iscritti che hanno svolto attività sportiva nell’impianto nell’a.s. 2018/2019, con la precisazione (ove, eventualmente, ricorra il caso) del numero degli under 18, dei soggetti con disabilità certificata e/o anziani;

1.6.       Il numero di soggetti che si prevede svolgeranno attività sportiva nell’impianto nell’a.s. 2019/2020, con la precisazione (ove, eventualmente, ricorra il caso) del numero degli under 18, dei soggetti con disabilità certificata e/o anziani.

1.7.       (ove, eventualmente, ricorra il caso) La precisazione se l’impianto richiesto sia già stato fruito nel precedente anno sportivo 2018/2019 (cd. “continuità”), e, se SI, l’indicazione del periodo della precedente fruizione (inizio e fine), dei giorni e fasce orarie fruiti, ed il riferimento, ove sottoscritta con l’Ente, alla relativa convenzione di concessione.

N.B. Ai fini dell’utile riconoscimento, in favore della Associazione/Società Sportiva richiedente, del beneficio della cd. “continuità” riveniente dalla concessione/fruizione della palestra scolastica/impianto nel precedente a.s. 2018/2019, anche nel caso in cui, a fronte di tale concessione/fruizione, non sia intervenuta la sottoscrizione della relativa convezione con l’Ente, le indicazioni fornite corrispondentemente alla dichiarazione di cui al punto 1.7. del presente articolo, dovranno essere accompagnate da altra apposita dichiarazione (resa nelle forme di cui al DPR 445/2000, sottoscritta dal legale rappresentante della Società sportiva dichiarante e con allegata copia del relativo documento di riconoscimento, in corso di validità), da cui risulti espressamente:

(ove ricorra il caso, ossia, ove la precedente assegnazione l’abbia disposta l’Ente, a seguito della partecipazione all’Avviso a.s. 2018/2019 prot. n. 0072425/2018 del 03/10/2018) che la Società sportiva si impegna a tale sottoscrizione;

(in ogni caso) che la Società sportiva è in possesso di tutti i giustificativi comprovanti l’avvenuto pagamento, all’Ente o al consegnatario dell’impianto, delle tariffe d’uso dovute per la precedente fruizione, che allega in copia, e che, comunque, si impegna a corrispondere al Comune di Matera proprietario, a semplice richiesta dell’Ufficio Sport, ogni eventuale importo che risulti ancora insoluto (in quanto non corredato da ricevute) per le tariffe d’uso dell’impianto nel periodo della precedente fruizione.

N.B. Ai fini della considerazione della cd. continuità di cui al presente punto 1.7, corrispondentemente alla dichiarazione ivi prevista, le Associazioni/Società Sportive che presentano domanda di partecipazione alla procedura di cui al presente Avviso per richiedere spazi orari nell’impianto “Palazzetto di Via Vena”, potranno fornire tutte le medesime indicazioni qui richieste, facendo riferimento alla eventuale fruizione nel precedente a.s. 2018/2019 della palestra dell’impianto “Palasassi”. Anche in questo caso, le indicazioni fornite corrispondentemente alla dichiarazione di cui al punto 1.7. del presente articolo, dovranno essere accompagnate da altra apposita dichiarazione (resa nelle forme di cui al DPR 445/2000, sottoscritta dal legale rappresentante della Società sportiva dichiarante e con allegata copia del relativo documento di riconoscimento, in corso di validità), da cui risulti espressamente:

che la Società sportiva è in possesso di tutti i giustificativi comprovanti l’avvenuto pagamento, all’Ente o al consegnatario dell’impianto, delle tariffe d’uso dovute per la precedente fruizione, che allega in copia, e che, comunque, si impegna a corrispondere al Comune di Matera proprietario, a semplice richiesta dell’Ufficio Sport, ogni eventuale importo che risulti ancora insoluto (in quanto non corredato da ricevute) per le tariffe d’uso dell’impianto nel periodo della precedente fruizione.

1.8.       (ove, eventualmente, ricorra il caso) Le concessioni di spazi orari in favore del medesimo richiedente nell’ambito di impianti sportivi cittadini di pertinenza della Provincia di Matera, riferite all’anno 2018/2019, con l’indicazione, distintamente per impianto, del periodo della precedente fruizione (inizio e fine), dei giorni e fasce orarie fruiti.

2. NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE E SARANNO ESCLUSE, ai fini dell’assegnazione, LE DOMANDE CHE NON CONTERRANNO, puntualmente, quale contenuto minimo essenziale, TUTTE LE DICHIARAZIONI E INDICAZIONI SOPRA RICHIESTE.

3. Alle domande, in quanto formulate come dichiarazioni rese ai sensi del DPR 445/2000, sottoscritte dal legale rappresentante del soggetto richiedente, dovrà essere allegata, a pena di esclusione, fotocopia del documento d’identità, in corso di validità, del dichiarante.

4. Alle domande, SEMPRE A PENA DI ESCLUSIONE, dovrà, altresì, essere allegata la seguente documentazione:

-           dichiarazione resa ai sensi del DPR 445/2000, con allegata, a pena di esclusione, fotocopia del documento d’identità, in corso di validità, del dichiarante, con cui l’Organismo richiedente, per l’ipotesi di concessione della palestra/impianto sportivo, assume a proprio carico qualunque responsabilità comunque connessa alle attività svolte, compresa l’organizzazione di manifestazioni e gare, all’interno dell’impianto, nonché la responsabilità civile e penale per qualsivoglia danno a cose e/o persone (ivi compresi gli atleti, i dirigenti, gli allenatori, gli accompagnatori, i direttori di gara, gli utenti, il pubblico, ed anche per le gare o per le manifestazioni organizzate da Enti o Federazioni) si verifichi nell’impianto utilizzato, per il corrispondente risarcimento, sollevando da ogni responsabilità civile e patrimoniale per gli eventuali danni che possano a chiunque derivarne, il Comune, la Scuola, il Consegnatario dell’impianto;

-           dichiarazione resa ai sensi del DPR 445/2000, con allegata, a pena di esclusione, fotocopia del documento d’identità, in corso di validità, del dichiarante, con cui l’Organismo richiedente, per l’ipotesi di concessione della palestra/impianto sportivo, rinuncia a far valere, nei confronti del Comune, della Scuola, del Consegnatario dell’impianto, qualunque eventuale inadeguatezza della struttura e delle attrezzature alle norme vigenti in materia di sicurezza, assumendo a proprio carico qualunque responsabilità comunque connessa all’uso della struttura e delle relative attrezzature, per il corrispondente risarcimento, sollevando da ogni responsabilità civile e patrimoniale per gli eventuali danni che possano a chiunque derivarne, il Comune, la Scuola, il Consegnatario dell’impianto;

-           dichiarazione resa ai sensi del DPR 445/2000, con allegata, a pena di esclusione, fotocopia del documento d’identità, in corso di validità, del dichiarante, con cui l’Organismo richiedente, per l’ipotesi di concessione della palestra/impianto sportivo, si obbliga espressamente a contrarre apposita polizza contro i rischi di responsabilità civile verso terzi, per un massimale di almeno 2 milioni di euro per sinistro, preliminarmente alla sottoscrizione della convenzione per la concessione;

-           dichiarazione resa ai sensi del DPR 445/2000, con allegata, a pena di esclusione, fotocopia del documento d’identità, in corso di validità, del dichiarante, con cui l’Organismo richiedente assume l’obbligo del pagamento delle tariffe d’uso della palestra e/o impianto sportivo richiesto vigenti nel tempo, nonché di qualsivoglia altro onere previsto per l’uso dell’impianto, oltre che del versamento del deposito cauzionale richiesto, così come deliberati dagli Organi competenti;

-           dichiarazione resa ai sensi del DPR 445/2000, con allegata, a pena di esclusione, fotocopia del documento d’identità, in corso di validità, del dichiarante, con cui l’Organismo richiedente assume l’obbligo di indicare, nel caso l’attività per la quale si richiede la concessione riguardi minorenni, il nominativo di almeno un dirigente responsabile maggiorenne.

 

5. MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

1. Le domande di cui al precedente articolo dovranno pervenire entro le ore 12,30 del giorno 21 agosto 2019 a mezzo raccomandata del servizio postale o mediante agenzia di recapito autorizzata, a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo PEC del Comune di Matera comune.matera@cert.ruparbasilicata.it, o a mano, al Comune di Matera – ufficio Protocollo, Via Aldo Moro 75100 MATERA, racchiuse in un plico, riportante all'esterno l'indicazione del soggetto richiedente e la dicitura: “AVVISO PER ASSEGNAZIONE SPAZI ORARI NELLE PALESTRE SCOLASTICHE E NEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI ANNO SPORTIVO 2019/2020”.

2. Le domande che perverranno oltre il predetto termine, verranno prese in considerazione solo al fine dell’assegnazione degli impianti e degli spazi orari rimasti eventualmente disponibili, dopo l’assegnazione in favore delle domande pervenute nei termini.

3. In caso di consegna a mano del plico si informa che gli orari dell’ufficio Protocollo sono i seguenti: dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,30 e il martedì e il giovedì anche dalle 16,00 alle 18,00.

4. Il recapito del plico entro il termine indicato nel presente avviso rimane ad esclusivo rischio del mittente. A tal fine, si precisa che faranno fede esclusivamente la data e l'ora di arrivo. Saranno pertanto ininfluenti la data e l'ora di spedizione ovvero la data e l'ora di ricezione da parte di soggetti diversi dal suddetto destinatario.

5. L’Amministrazione comunale declina sin da ora ogni responsabilità relativa a disguidi postali o di qualunque altra natura che impediscano il recapito della suddetta documentazione entro il termine perentorio sopra indicato.

 

6. PROCEDURA PER L’ASSEGNAZIONE DELLE CONCESSIONI

1. All’istruttoria delle domande presentate, sulla cui base procedere alle assegnazioni secondo i criteri di cui al successivo art. 7, provvede l’ufficio sport, nella persona del dirigente del Settore Servizi alla Persona, alla Famiglia e al Cittadino, con il supporto del funzionario responsabile di P.O. del medesimo ufficio, ed, eventualmente, di altro funzionario o istruttore appartenente al Settore.

2. Trattandosi, in via eccezionale, ancora per questo anno sportivo, di procedere alla concessione, in contemporanea, degli spazi orari concedibili nelle palestre scolastiche e negli impianti sportivi comunali a tal fine disponibili, al termine dell’istruttoria dell’ufficio e prima della formalizzazione delle concessioni, la proposta di riparto degli spazi orari in favore dei richiedenti, sarà sottoposta al CONI ed a tutte le Federazioni Sportive ed agli Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI coinvolti, nell’ambito di uno o più incontri, convocati dall’Assessore allo Sport, a cui sarà invitata a partecipare anche l’Amministrazione Provinciale di Matera, finalizzati ad addivenire ad una migliore e più equilibrata ripartizione degli impianti e degli spazi orari da concedere, oltre che alla maggiore condivisione possibile di tale ripartizione tra le Associazioni/Società Sportive interessate.

3. Le assegnazioni risultanti da tale finale riparto, saranno successivamente formalizzate, mediante la stipula di formali convenzioni di concessione in uso degli impianti, a cui le Società sportive interessate, con la partecipazione al presente bando, si impegnano, a semplice richiesta dell’Ufficio Sport, pena la sospensione della fruizione in danno dei soggetti inadempienti.

 

7. CRITERI E PRIORITA’ PER LE ASSEGNAZIONI

1. Fermo restando il valore meramente indicativo, per il Comune concedente, dei giorni e delle fasce orarie a cui si riferiscono le richieste, da intendersi, pertanto, quali mera espressione di preferenza da parte dei richiedenti, l’assegnazione e la determinazione degli spazi orari da assegnare negli impianti, avverranno prioritariamente secondo i seguenti criteri, nell’ordine in cui sono qui di seguito riportati:

- della compatibilità della disciplina sportiva (soprattutto se agonistica) con tipologia e caratteristiche strutturali dell’impianto da assegnare;

- in particolare relativamente alle attività sportive agonistiche praticate dai richiedenti, del livello delle attività da svolgere nello specifico impianto, soprattutto in considerazione della eventuale mancanza, anche temporanea, in città, di altri impianti idonei allo svolgimento della disciplina sportiva a cui si riferiscono le richieste;

- della “continuitàdi assegnazione dell’impianto richiesto rispetto all’anno sportivo precedente.

N.B. Circa il predetto criterio della “continuità di assegnazione” si ribadisce, facendovi espresso rinvio ad ogni e qualunque effetto, quanto già puntualmente indicato, precisato e richiesto al punto 1.7 del precedente articolo 4, e, più precisamente, che:

·         Ai fini dell’utile riconoscimento, in favore della Associazione/Società Sportiva richiedente, del beneficio della cd. “continuità” riveniente dalla concessione/fruizione della palestra scolastica/impianto nel precedente a.s. 2018/2019, anche nel caso in cui, a fronte di tale concessione/fruizione, non sia intervenuta la sottoscrizione della relativa convezione con l’Ente, le indicazioni fornite corrispondentemente alla dichiarazione di cui al punto 1.7. dell’articolo 4, dovranno essere accompagnate da altra apposita dichiarazione (resa nelle forme di cui al DPR 445/2000, sottoscritta dal legale rappresentante della Società sportiva dichiarante e con allegata copia del relativo documento di riconoscimento, in corso di validità), da cui risulti espressamente:(ove ricorra il caso, ossia, ove la precedente assegnazione l’abbia disposta l’Ente, a seguito della partecipazione all’Avviso a.s. 2018/2019 prot. n. 0072425/2018 del 03/10/2018) che la Società sportiva si impegna a tale sottoscrizione;(in ogni caso) che la Società sportiva è in possesso di tutti i giustificativi comprovanti l’avvenuto pagamento, all’Ente o al consegnatario dell’impianto, delle tariffe d’uso dovute per la precedente fruizione, che allega in copia, e che, comunque, si impegna a corrispondere al Comune di Matera proprietario, a semplice richiesta dell’Ufficio Sport, ogni eventuale importo che risulti ancora insoluto (in quanto non corredato da ricevute) per le tariffe d’uso dell’impianto nel periodo della precedente fruizione.

·         Ai fini della considerazione della cd. “continuità”, corrispondentemente alla dichiarazione di cui al punto 1.7. dell’articolo 4, le Associazioni/Società Sportive che presentano domanda di partecipazione alla procedura di cui al presente Avviso per richiedere spazi orari nell’impianto “Palazzetto di Via Vena”, potranno fornire tutte le medesime indicazioni qui richieste, facendo riferimento alla eventuale fruizione nel precedente a.s. 2018/2019 della palestra dell’impianto “Palasassi”. Anche in questo caso, le indicazioni fornite corrispondentemente alla dichiarazione di cui al punto 1.7. dell’articolo 4, dovranno essere accompagnate da altra apposita dichiarazione (resa nelle forme di cui al DPR 445/2000, sottoscritta dal legale rappresentante della Società sportiva dichiarante e con allegata copia del relativo documento di riconoscimento, in corso di validità), da cui risulti espressamente:

che la Società sportiva è in possesso di tutti i giustificativi comprovanti l’avvenuto pagamento, all’Ente o al consegnatario dell’impianto, delle tariffe d’uso dovute per la precedente fruizione, che allega in copia, e che, comunque, si impegna a corrispondere al Comune di Matera proprietario, a semplice richiesta dell’Ufficio Sport, ogni eventuale importo che risulti ancora insoluto (in quanto non corredato da ricevute) per le tariffe d’uso dell’impianto nel periodo della precedente fruizione.

2. Considerati i predetti criteri principali, laddove residui la necessità di criteri suppletivi per la valutazione di richieste eventualmente sovrapposte, si terrà, altresì, conto:

- del numero degli iscritti che hanno svolto attività sportiva nell’impianto nell’anno sportivo precedente, inclusi, ove eventualmente ricorra il caso, under 18, soggetti con disabilità certificata e/o anziani;

- del numero di soggetti che si prevede svolgeranno attività sportiva nell’impianto nell’a.s. 2019/2020, inclusi, ove eventualmente ricorra il caso, under 18, soggetti con disabilità certificata e/o anziani.

3. Nel caso di presentazione di domande per più impianti da parte di un medesimo richiedente, la valutazione secondo i criteri di cui al presente articolo riguarderà ciascun impianto.

4. Nella definizione della ipotesi finale di riparto, secondo la procedura di cui al comma 2 del precedente articolo 6, si cercherà, per quanto possibile, di garantire il principio del pluralismo delle pratiche sportive complessivamente svolte negli impianti cittadini e l’utilizzo ottimale degli stessi, cosicché, al fine di assicurare l’equilibrato accesso agli impianti sportivi, del Comune e della Provincia, da parte di tutte le pratiche sportive, anche se minori in relazione al numero dei praticanti, si potrà tenere conto dei richiedenti che abbiano ottenuto meno concessioni, anche eventualmente individuando uno o più impianti/palestre scolastiche da destinare prevalentemente a tali discipline.

5. In caso di valutazione di richieste sovrapposte, si potrà anche tenere conto delle concessioni di spazi orari, in favore degli stessi richiedenti, nell’ambito di impianti sportivi cittadini di pertinenza della Provincia di Matera.

6. In ogni caso, relativamente alle fasce orarie antimeridiane, e pur in presenza di concessioni di spazi orari eventualmente già formalizzate in favore di Associazioni/Società Sportive, l’Amministrazione Comunale si riserva di dare sempre e comunque priorità al soddisfacimento delle esigenze delle Scuole prive di palestre, per lo svolgimento dell’attività motoria degli studenti.

 

8. ASSEGNAZIONI TEMPORANEE IN PROSECUZIONE FRUIZIONI A.S. 2018/2019

1. Al fine di consentire alle Associazioni/Società sportive e soggetti aventi titolo interessati, l’avvio delle proprie attività, nelle more della definitiva distribuzione degli spazi orari disponibili e dell’avvio delle assegnazioni che risulteranno all’esito della procedura di cui al presente Avviso, presumibilmente previsto per metà/fine ottobre 2019, l’Ufficio Sport, ove pervengano richieste in tal senso, disporrà la prosecuzione delle assegnazioni dei medesimi spazi orari già fruiti nel trascorso anno sportivo 2018/2019, in favore dei precedenti beneficiari, previa stipula, e trasmissione in uno all’istanza di proroga, da parte degli stessi, delle medesime polizze a garanzia già richieste con l’Avviso a.s. 2018/2019 prot. n. 0072425/2018 del 03/10/2018, in corso di validità, e previo pagamento delle tariffe d’uso dovute al Comune, nonché anche, nel caso delle palestre scolastiche, del compenso orario forfettario per il personale ausiliario spettante alle Scuole.

2. Le proroghe provvisorie e temporanee di cui al presente articolo, potranno essere richieste, per le palestre scolastiche, a far data dal 2, dal 9 o dal 16 settembre 2019, così come preannunciato ai Signori Dirigenti scolastici interessati con la comunicazione dell’ufficio Sport prot. n. 0060684/2019 del 26/07/2019; per gli impianti sportivi comunali, a far data dal 2 settembre 2019, sempre che, a quelle date, risultino assicurati l’apertura e fruibilità dell’impianto richiesto.

3. Ai fini delle richieste di proroga di precedenti assegnazioni di cui al presente articolo, la fruizione di spazi orari nel trascorso anno sportivo 2018/2019 nella palestra dell’impianto “Palasassi”, saranno considerate utili alla presentazione di istanze di fruizione provvisoria e temporanea dei medesimi spazi orari ivi già precedentemente fruiti, nell’ambito dell’impianto “Palazzetto di Via Vena”.

 

9. TARIFFE, DEPOSITO CAUZIONALE E ALTRI ONERI A CARICO DEL CONCESSIONARIO

1. Relativamente alle palestre scolastiche, il concessionario dovrà versare la tariffa oraria in vigore nel periodo di riferimento dell’assegnazione (oggi, Euro 6.00/ora, giusta deliberazione di G.C. n. 120 dell’08.05.2004), a mezzo di versamenti mensili, da effettuarsi sul c/c postale n. 11844750 intestato al Comune di Matera, entro la prima decade del mese di competenza, per tutto il periodo di validità della concessione, ivi compresi gli eventuali periodi, ricadenti nella durata della convenzione, di non utilizzo dell’impianto per qualunque causa non imputabile al Comune, ad eccezione della causa di forza maggiore (neve, inutilizzabilità dell’impianto per lavori, altro).

Al suddetto importo, così come previsto dalla richiamata delibera di G.C. n. 120/2004, si applica la riduzione del 50% a favore delle società e associazioni sportive dilettantistiche, nonché di quelle aderenti agli Enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI e iscritti ai campionati regionali provinciali e di categoria giovanile.

All’atto della sottoscrizione della convenzione tra concessionario e Comune, il concessionario dovrà versare a titolo di deposito cauzionale la somma di Euro 361,52 sul c/c postale 11844750 intestato al Comune di Matera.

Il concessionario dovrà, altresì, corrispondere, direttamente alla scuola, la somma di € 1,29 forfettaria onnicomprensiva, per ogni ora d’utilizzo della palestra, quale compenso integrativo di quello comunale a favore del personale impiegato in funzioni miste.

2. Relativamente agli impianti sportivi comunali, il concessionario dovrà versare le tariffe d’uso degli impianti in vigore nel periodo di riferimento dell’assegnazione (oggi, il riferimento è alla deliberazione di G.C. n. 235 del 28.05.2015), a mezzo di versamenti mensili, da effettuarsi sul c/c postale n. 11844750 intestato al Comune di Matera, entro la prima decade del mese di competenza, per tutto il periodo di validità della concessione, ivi compresi gli eventuali periodi, ricadenti nella durata della convenzione, di non utilizzo dell’impianto per qualunque causa non imputabile al Comune, ad eccezione della causa di forza maggiore (neve, inutilizzabilità dell’impianto per lavori, altro).

Anche per gli impianti sportivi comunali, all’atto della sottoscrizione della convenzione tra concessionario e Comune, il concessionario dovrà versare quanto stabilito a titolo di deposito cauzionale con la deliberazione di G.C. n. 235 del 28.05.2015, relativamente all’impianto assegnato, sul c/c postale 11844750 intestato al Comune di Matera.

3. Resta fermo l’obbligo del concessionario di versare qualsivoglia conguaglio, in caso di aumento degli importi sopra indicati, che fossero eventualmente deliberati in costanza di concessione, in favore del Comune, o, in caso di palestre scolastiche, della Scuola.

 

10. OBBLIGHI DEL CONCESSIONARIO

1. La concessione sarà regolata da apposita convenzione contenente oneri ed obblighi a carico del Concessionario, con particolare riguardo per quelli di seguito riportati:

-                          versare al Comune la quota di concessione stabilita in base alle tariffe in vigore nel tempo di durata della concessione;

-                          rispettare e far rispettare il patrimonio comunale, anche mantenendo pulite tutte le attrezzature dopo il loro uso;

-                          risarcire l’Amministrazione Comunale di ogni eventuale danno prodotto da atleti, dirigenti o spettatori, agli immobili e/o alle attrezzature mobili in concessione. Nel caso di contemporaneo utilizzo dell’impianto da parte di più soggetti/squadre, eventuali danni non imputabili con certezza ad una singola squadra o tesserato di essa, sono addebitati in parti uguali alle medesime;

-                          utilizzare l’impianto solo per l’uso previsto nella concessione;

-                          regolare l’accesso all’impianto assegnato in modo che sia sempre garantita la presenza di almeno un tecnico o dirigente accompagnatore maggiorenne, responsabile per la società o gruppo di utenti, anche di ogni eventuale danno arrecato alla struttura;

-                          non cedere ad altri, neppure temporaneamente, l’uso dell’impianto assegnato;

-                          usare la massima cautela nel posizionamento delle attrezzature mobili, specifiche per le diverse discipline sportive;

-                          rispettare gli orari indicati nella concessione;

-                          non introdurre e non utilizzare materiale non specifico per l’attività sportiva da svolgere, salvo espressa autorizzazione;

-                          riparare, entro due giorni, eventuali danni agli impianti e alle attrezzature comunali causati da negligenza o inosservanza delle disposizioni della convezione. Qualora il concessionario non provveda alla riparazione dei danni arrecati, l’Ufficio comunale competente procederà all’addebito diretto e totale dei costi sostenuti dall’Amministrazione per la riconduzione in pristino dell’impianto e delle sue attrezzature, salvo il risarcimento dell’eventuale maggior danno;

-                          dotarsi, a propria cura e con oneri a proprio carico, ove non in dotazione all’impianto utilizzato, dei necessari presidi di primo soccorso (defibrillatore, kit primo soccorso, ecc.), da tenere disponibili presso l’impianto medesimo durante l’utilizzo;

-                          prestare il primo soccorso a coloro che sono presenti nell’impianto ed avvisare tempestivamente il Servizio di Emergenza dell’Azienda Sanitaria Locale.

 

11. REVOCA E DINIEGO DELLE CONCESSIONI E SANZIONI

1. Le concessioni verranno revocate qualora il concessionario si renda autore di:

-                     sub concessione a terzi degli spazi orari concessigli nell’impianto;

-                     mancato pagamento per almeno 2 mensilità delle tariffe d’uso dell’impianto;

-                     mancato versamento dell’importo richiesto a titolo di deposito cauzionale;

-                     atti vandalici nei confronti del patrimonio comunale, inteso come strutture e relative attrezzature;

-                     comportamenti moralmente riprovevoli (quali, a mero titolo esemplificativo, atti osceni; offese gravemente lesive nei confronti degli addetti all’impianto o degli altri utenti; imprecazioni; comportamenti violenti).

 

12. DISPOSIZIONI GENERALI

1. Si precisa che tutte le domande di assegnazione di palestre scolastiche e/o impianti sportivi comunali già presentate prima della pubblicazione del presente Avviso, dovranno essere riproposte, ove di interesse, entro i termini e nel rispetto delle modalità e formalità qui previste.

2. L'Ente Comune si riserva la facoltà in qualsiasi momento, di rettificare, annullare o revocare il presente avviso, anche ove fosse già conclusa l’istruttoria delle domande pervenute, per sopravvenuti motivi di pubblico interesse.

3. Per quanto non espressamente previsto dal presente Avviso, si fa riferimento alla normativa vigente in materia.

 

13. TUTELA DELLA PRIVACY

1. Con la presentazione delle domande, i legali rappresentanti delle Associazioni/Società sportive partecipanti alla procedura avviata con il presente Avviso, prestano il loro consenso al trattamento dei dati personali forniti nelle domande di partecipazione, all'esclusivo fine della gestione tecnico-amministrativa e contabile, finalizzata all'espletamento della procedura ed all’adozione degli atti conseguenti.

In proposito, al presente Avviso è allegata apposita “Informativa sul trattamento dei dati personali forniti con la richiesta (ai sensi dell’art. 13 Reg. UE 2016/679 – Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati e del Codice della Privacy Italiano, come modificato dal D. Lgs. 101/2018)”.

 

14. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

1. Il Responsabile del procedimento ai sensi della Legge n. 241/1990 è il Dirigente del Settore Servizi alla Persona, alla Famiglia, al Cittadino Dott.ssa Giulia Mancino.

 

15. INFORMAZIONI SULL'AVVISO PUBBLICO

Il presente Avviso ed i relativi allegati saranno disponibili sul sito internet del Comune all’indirizzo www.comune.mt.it, nella Sezione “Avvisi”.

Per qualsiasi chiarimento o informazione relativi al presente avviso è possibile rivolgersi al funzionario responsabile di P.O. del Servizio Cultura-Turismo, Sport, Camilla Montemurro, tel. 0835/241432 - mail: uffcultura@comune.mt.it.

 

IL DIRIGENTE

(Dott.ssa Giulia MANCINO)

 

 

 

 

 

Allegati:

1)             Modulo A – PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI;

2)             Modulo B – IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI;

 

3)             Informativa sul trattamento dei dati personali.

 

 

Redazione on line
03 agosto 2019 09:52