Sabato, 19 ottobre 2019

Smascherati altri furbetti del cassonetto, il report dell'attività della Polizia Ambientale

IMG_1762

 

Non si ferma l'azione di controllo del territorio da parte della Polizia Ambientale del Comune di Matera. Grazie all'ausilio delle telecamere installate nei pressi delle isole ecologiche della città, sono state nuovamente elevate numerose sanzioni amministrative per errato conferimento di rifiuti e per illeciti ambientali.

Elettrodomestici, pneumatici, ma anche sacchetti lanciati dall'auto ad un passo dal cassonetto: il campionario delle violazioni emerso dal controllo delle telecamere è disarmante.

"Continueremo a perseguire gli illeciti con decisione - sottolinea l'assessore all'Ambiente, Giuseppe Tragni -. I controlli proseguiranno per tutelare il territorio. L'invito è a conferire i rifiuti in maniera corretta. E' attivo un servizio di ritiro degli ingombranti. Non è necessario abbandonare indiscriminatamente rifiuti di ogni tipo nei pressi delle isole ecologiche. E' sufficiente telefonare allo 0835/381682 oppure al numero verde 800 589732".

Gli agenti della Polizia Ambientale hanno inoltre rilevato illeciti amministrativi per errato conferimento dei rifiuti (raccolta differenziata effettuata in maniera non corretta) da parte delle attività commerciali del centro storico e dei Sassi.

Importante anche l'attività antirandagismo e il controllo del rispetto delle norme sulle deiezioni canine. Alcuni proprietari di cani sono stati sanzionati con multe che vanno da 50 a 500 euro.

"Abbiamo avviato un controllo più capillare su questo specifico problema, dal momento che, a fronte dell'impegno di tantissimi cittadini che rispettano le norme, ci sono pochi altri che non lo fanno e che lasciano sporca la città. Le deiezioni canine vanno raccolte e smaltite. E' il momento che tutti facciano la loro parte".

 

 

 

Redazione on line
10 luglio 2019 11:46