Sabato, 20 aprile 2019

Progetto I Cammini: il Vangelo visto da un cieco

Prosegue il Progetto I Cammini con lo spettacolo teatrale "Il Vangelo visto da un cieco" che si terrà il 15 marzo alle ore 20,00 a Matera, nell'Auditorium di Maria Madre della Chiesa
in via dei Dauni,20 - Matera.
Come è noto, il progetto "I Cammini - tra radici e futuro. Il Contributo dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina al percorso di Matera 2019” è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto dall’Arcidiocesi di Matera-Irsina, dall’Associazione Parco Culturale
Ecclesiale “Terre di Luce” e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, patrocinato dal Pontifico Consiglio della Cultura e dall’Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana.

MATERA 2019, PROGETTO "I CAMMINI"- "Il Vangelo visto da un cieco"- Venerdì 15 marzo ore 20,00- Matera -nell'Auditorium di Maria Madre della Chiesa in via dei Dauni,20 - Matera. 

Con lo spettacolo teatrale "Il Vangelo visto da un cieco" prosegue il 15 marzo alle ore 20,00 a Matera, nell'Auditorium della parrocchia di San Giuseppe, il progetto "I Cammini  tra radici e futuro. Il Contributo dell'Arcidiocesi di Matera-Irsina al percorso di Matera 2019" che è un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, coprodotto dall'Arcidiocesi di Matera-Irsina, dall'Associazione Parco Culturale Ecclesiale "Terre di Luce" e dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, patrocinato dal Pontifico Consiglio della Cultura e dall'Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali della Conferenza Episcopale Italiana.

"Il Vangelo visto da un cieco", spettacolo vincitore de I Teatri del sacro, è proposto a Matera, su iniziativa dell'Associazione Fontana Vivace, da "Teatro dell'Orsa" e "Compagnia Bella".

Durante la Pasqua a Gerusalemme alcuni personaggi si incontrano nell'anticamera del Sinedrio, in attesa di testimoniare al processo di Gesù. L'esaltazione scanzonata e fiduciosa del cieco Bartimeo contrasta con la drammatica figura della Samaritana. Tra i due irrompe la moglie di Zaccheo, giunta da Gerico in cerca del marito, corso a testimoniare in favore del Messia. Il Vangelo viene raccontato con lo sguardo ingenuo di un'umanità stupita, toccata dal miracolo e forse non ancora consapevole, eppure coinvolta con tutte le forze vitali del proprio essere.

Una stanza sospesa nel tempo custodita da un misterioso musicista, una rete gettata nel mare della vita in cui guizzano anime attirate dallo splendore della verità. Un luogo di racconti epici e comici, poetici e buffi che attingono al pozzo della saggezza tradizionale e della commedia popolare. Un intreccio di paesaggi e identità diverse, la luce del miracolo e l'acqua della vita, universi maschili e femminili a confronto fra loro e soprattutto a confronto con il Cristo.

Drammaturgia e testo sono firmati da Giampiero Pizzol, gli interpreti sono Laura Aguzzoni, Bernardino Bonzani, Monica Morini, Gaetano Nenna.

Lo spettacolo teatrale "Il Vangelo visto da un cieco" rientra nel Cammino della Quaresima e della Pasqua. 

Teatro dell'Orsa

L'Associazione Teatro dell'Orsa è fondata dagli attori, autori e registi Monica Morini e Bernardino Bonzani. I loro spettacoli nascono da una ricerca sui linguaggi teatrali e sui materiali storici e di memoria e dal lavoro di ricerca con i musicisti. Nel 2003, nell'ambito di Premio Scenario, ricevono il Premio Ustica per il Teatro di impegno civile e sociale  per lo spettacolo Cuori di Terra. Nel 2007 la compagnia riceve il Premio 8 marzo Provincia di Parma, e con il contributo realizza il progetto sul tema della violenza alle donne Nudi di fronte al male. Nell'ambito del teatro per l'infanzia, Teatro dell'Orsa opera con una esperienza che si forma agli inizi degli anni '90 con il lavoro di narrazione nelle biblioteche, con i registi Marco Baliani, Letizia Quintavalla, Bruno Stori e con il Teatro delle Briciole e Teatro Gioco Vita. Numerose narrazioni spettacolo e produzioni per l'infanzia vengono rappresentate sul territorio nazionale, tra queste Bambino Bisonte al Festival Internazionale Colpi di Scena. La compagnia si occupa di formazione teatrale con giovani e adulti. Dal 2002 collabora e organizza la stagione teatrale del Teatro Re Giò di Reggio Emilia, fondato da Don Vittorio Chiari. Dal 2006 collabora con l'Istituzione Scuole d'Infanzia di Reggio Emilia nella formazione di genitori e insegnanti sulla narrazione teatrale e nell'organizzazione dell'evento ReggioNarra. 

Compagnia Bella

L'Associazione Compagnia Bella nasce come spazio per la ricerca teatrale di alcuni attori, autori e artisti tra cui Daniela Piccari, Laura Aguzzoni, Giampiero Bartolini e Giampiero Pizzol, impegnati già fin dagli anni '70 nel campo del teatro e reduci da esperienze con numerosi attori, autori e registi tra cui Giovanni Testori, Eugenio Barba, Krizystof Zanussi, Tadesz Bradecki, ecc. L'allestimento di oltre dodici spettacoli di giro spazia dal teatro per ragazzi al teatro sacro, dal teatro musicale al teatro comico. L'attività dell'ensemble si caratterizza per le numerose collaborazioni con altri Enti e Compagnie tra cui Ravenna Festival, Accademia Perduta. Le Vie del teatro , teatro Rifredi, Zelig, e musicisti come Thomas Clausen, Alessandro Nidi, ecc.  Giampiero Pizzol  direttore artistico dell' Associazione, vincitore del premio Stregatto 2004 e del Festival S. Elpidio con i suoi testi, grazie alla sua esperienza di autore, intraprende una ricca collaborazione con Case Editrici per la pubblicazione di tutti i testi degli spettacoli messi in scena dalla Compagnia che divengono opere letterarie, mentre per quanto riguarda il settore del comico la Compagnia partecipa a Zelig Off e ad altri programmi TV con personaggi nati nell'ambito teatrale e poi resi famosi dal piccolo schermo. Va inoltre sottolineata tra le attività dell'Associazione l'impegno e la ricerca sulla didattica del teatro con pubblicazioni come Il senso dei 5 sensi, Itacalibri 2006 e la partecipazione a Convegni Nazionali sull'educazione e Corsi di formazione per insegnanti.

 

 

 

Redazione on line
11 marzo 2019 20:00