Martedi, 23 aprile 2019

Altamura: lotta allo spreco alimentare e poli innovativi per l'infanzia

11.2.2019, Altamura, gestione e riutilizzo eccedenze alimentari

 

Si svolgerà lunedì prossimo 11 febbraio, alle ore 18.30, ad Altamura, presso la sede dell'Istituto di Ricerca Item Oxygen (Piazza Stazione) l'incontro sul tema "Gestione e riutilizzo delle eccedenze alimentari: modelli innovativi a supporto della legge 166/2016".

Sarà l'occasione per fare il punto sullo stato di attuazione, in Puglia, delle attività finalizzate a contrastare lo spreco in ambito alimentare e farmaceutico, vera e propria piaga dei nostri tempi, su cui la Puglia si è dotata, sin dal maggio 2017, di una sua legge regionale (n. 13/2017), che sin dal primo momento ho convintamente sostenuto e ho sottoscritto (primo firmatario il collega Ruggiero Mennea). È in corso la sua progressiva attuazione, ad esempio, con il bando a sportello pubblicato nell'ottobre del 2018, a valle di un articolato percorso partecipativo che ha coinvolto gli enti locali e tutto il mondo del terzo settore, e finalizzato a finanziare, fino a un massimo di 50.000 mila euro, progetti presentati da comuni pugliesi (uno per ciascun Ambito territoriale) per realizzare, in collaborazione con soggetti del mondo no-profit operanti sul territorio, interventi di recupero e riutilizzo delle eccedenze alimentari e farmaceutiche, con conseguente riduzione degli sprechi.

Per questa misura, per cui è ancora possibile candidare progetti fino a esaurimento dei fondi disponibili, sono stati stanziati dalla Regione complessivamente 1 milione e 150 mila euro, cui andranno a sommarsi ulteriori risorse provenienti da finanziamenti europei.

All'incontro di lunedì prossimo, moderato dalla dott.ssa Laura Mongiello, interverranno, oltre al sottoscritto, l'On. Maria Chiara Gadda (proponente e relatrice della innovativa legge statale 19 agosto 2016, n. 166 recante "Disposizioni concernenti la donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi"), la dott.ssa Anna Maria Candela (Dirigente della Sezione Inclusione Sociale Attiva e Innovazione delle Reti Sociali della Regione Puglia), l'avv. Gabriele Sepio (tecnico estensore dei decreti di riforma del Terzo Settore), la dott.ssa Monica Tota (Area Nazionale Caritas Italia), l'ing. Giovanni Piccininno (direttore scientifico dell'Istituto di Ricerca Item Oxygen).

***************************

POLI INNOVATIVI PER L’INFANZIA DI ALTAMURA, BARI E CAPURSO: LUNEDÌ 11 FEBBRAIO, A BARI, PRESENTAZIONE DEI CONCORSI DI PROGETTAZIONE. 

Lunedì 11 febbraio, presso il Palazzo della Provincia di Bari, a partire dalle 15.30, si terrà la prima delle tre iniziative legate alla progettazione dei nuovi Poli Innovativi per l’Infanzia di Bari, Altamura e Capurso, in attuazione del protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso 10 dicembre tra Regione e i Sindaci dei tre comuni, selezionati con un avviso regionale all’inizio del 2018 in attuazione di una iniziativa del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca su scala nazionale, che assegnava alla nostra regione risorse complessive per 9.687.832,54 euro per la realizzazione di innovative strutture dedicate ai bambini fino a 6 anni. 
Il protocollo d’intesa, ricordo, è finalizzato, per un verso, ad assicurare un’elevata qualità progettuale dei nuovi Poli, e, per l’altro, a favorire la più ampia partecipazione nella fase di ideazione degli interventi, mediante il ricorso allo strumento del concorso di progettazione, che ciascuno dei tre comuni dovrà bandire e svolgere seguendo specifiche linee guida comuni.
Si tratta di una ulteriore fase (inizialmente non prevista) della procedura che porterà alla costruzione dei Poli, una idea elaborata assieme all’Assessorato all’Istruzione, guidato da Sebastiano Leo, e in particolare alla Dirigente della Sezione “Istruzione e Università”, Maria Raffaella Lamacchia. Un'iniziativa che vedrà la Regione Puglia impegnata nell'attività di supporto ai comuni nello svolgimento dei concorsi di progettazione, attraverso la predisposizione di un bando-tipo e la concessione di un contributo di 70 mila euro ciascuno, dunque con uno stanziamento complessivo di risorse del bilancio autonomo regionale pari a complessivi 210 mila euro.  
L’incontro di lunedì, organizzato dal Comune di Bari, sarà incentrato proprio sulla presentazione dei bandi di concorso e prevede, dopo i saluti istituzionali di Simona Montesarchio del MIUR, Sebastiano Leo (Assessore all'Istruzione) e Antonio Decaro (Sindaco di Bari e Presidente Anci), una tavola rotonda, di cui sarò moderatore, dal titolo “Lo spazio che educa”, una riflessione sul tema della progettazione di strutture educative e di istruzione per i bambini della fascia di età da zero a sei anni. 
Vi prenderanno parte l’Ing. Samuele Borri dell’Istituto nazionale documentazione innovazione ricerca educativa (INDIRE), la prof.ssa Silvana Calaprice dell’Università di Bari e l’Arch. Marella Annese della task force dell’Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione (ARTI). 
A presentare i concorsi di progettazione per i poli dell’infanzia innovativi della Puglia interverranno i rappresentanti delle amministrazioni comunali interessate dai progetti, affiancati dai rispettivi tecnici comunali responsabili dei relativi procedimenti e in particolare: Rosa Melodia (Sindaco Di Altamura) con l’Arch. Anna Giordano, Paola Romano (Assessore politiche educative del comune di Bari) con l’Arch. Gaetano Murgolo e Francesco Crudele (Sindaco di Capurso) con l’Ing. Roberto Rotondo. 
Modererà questa sezione dell’iniziativa l’Arch. Maria Raffaella Lamacchia, che ringrazio per il tanto e proficuo lavoro svolto. 
Le conclusioni saranno affidate alla Dott.ssa Anna Cammalleri (Direttore Generale dell’ufficio scolastico regionale Puglia) e ai presidenti degli ordini professionali delle professioni tecniche, in particolare l’Arch. Paolo Maffiola (Ordine degli Architetti PPC di Bari) e l’Ing. Roberto Masciopinto (Ordine degli Ingegneri di Bari). 
A questo primo appuntamento, ricordo, seguiranno gli eventi a cura dagli altri due comuni selezionati. Nello specifico il Comune di Capurso, entro 15 giorni dalla proclamazione dei progetti vincitori del concorso, dovrà organizzare una mostra degli elaborati; il Comune di Altamura, entro 4 mesi dal termine della fase concorsuale e in collaborazione con la Regione, curerà la pubblicazione di un volume contenente il racconto delle esperienze e i risultati dei tre concorsi. 

ENZO COLONNA (consigliere regionale)

 

 

Redazione on line
08 febbraio 2019 18:14