Lunedi, 21 gennaio 2019

Il 2018 al Polo Museale di Castronuovo di S. A.

murasecchi_2018_a

 

Un anno ricco di proposte culturali che hanno portato in paese oltre 5.000 visitatori

Un altro anno si è concluso e per il MIG Museo Internazionale della Grafica - Biblioteca Comunale "Alessandro Appella" - Atelier "Guido Strazza" - Museo Internazionale del Presepio "Vanni Scheiwiller" - Museo della Vita e delle Opere di Sant'Andrea Avellino, è tempo di bilanci. Numerosi sono stati gli eventi condivisi dai quattro comuni della rete ACAMM, nata nel 2017, basti pensare alle prestigiose antologiche dedicate ad importanti artisti come Kengiro Azuma, Antonietta Raphaël, François Morellet, Carlo Lorenzetti, Bruno Conte, Joaquin Roca Rey, al Premio per la difesa dell'ambiente in Basilicata, e alla partecipazione congiunta ad iniziative suggerite dal calendario internazionale e nazionale, quali la Shoah, la Notte Internazionale dei Musei, la Giornata del Contemporaneo AMACI.

Di grande prestigio sono state le mostre che si sono susseguite nelle sale del MIG, tutte ampiamente recensite dalle testate giornalistiche locali e nazionali, che hanno permesso, attraverso mostre antologiche delle opere del Gruppo Cobra, di Adolfo Wildt, di Martin Bradley, di Jean Messagier e di Lucio Venna, i ricordi di Alberto Tallone, Gabriella Drudi, Toti Scialoja, Marcel Duchamp e Guillaume Apollinaire, di chiarire attraverso la grafica molti punti della storia dell'arte contemporanea. L'attività didattica rivolta alle scuole, come ormai consuetudine, ha accompagnato ogni singola mostra con laboratori pensati appositamente per i più piccoli. Tra i più interessanti, sono da segnalare quelli tenuti per gli studenti degli istituti di Castronuovo S. A., Sant'Arcangelo, Roccanova, Senise, Lauria, Corleto Perticara e Maratea; altrettanto interessanti per la scuola si sono rivelate le visite guidate agli oltre 200 presepi del Museo Internazionale del Presepio "Vanni Scheiwiller", arricchito dal Presepe paesaggio di Graziano, dalla Maternità di Joaquin Roca Rey e altri presepi di artisti contemporanei, e al Museo della Vita e delle Opere di Sant'Andrea Avellino, inaugurato solo nell'agosto del 2017, e già aperto all'arte contemporanea con il busto realizzato da Raffaele Pentasuglia e la rilettura delle opere del Santo fatta da Giuliano Giuliani.

Non meno importanti sono stati gli appuntamenti pensati per gli anniversari del 2018: a gennaio sono state esposte opere di Marc Chagall per la Shoah dell'arte e le maschere di Franco Gentilini per la festa di Carnevale; il 14 febbraio, in occasione della festa degli innamorati, un'opera di Ruggero Savinio ha fatto da sfondo alle fotografie degli innamorati che hanno deciso di trascorrere la festa dedicata all'amore al museo. A seguire, l'8 marzo, per la festa della donna, si è svolto l'omaggio aGeorgia O' Keeffe, in un incontro che ha visto la partecipazione di Paola Saraceno, intraprendente donna lucana. Di valenza esclusiva è stato poi l'appuntamento organizzato per la festa della mamma, celebrata attraverso opere di Mimmo Rotella, Michelangelo Pistoletto, Bill Viola e Mat Collishaw. Numerosi sono stati anche gli appuntamenti dedicati al libro e alla letteratura. Per la rassegna Grandi opere letterarie illustrate da grandi artisti contemporanei, è stato presentato, a maggio, una preziosa edizione de La Càsina, La Gòmena di Tito Maccio Plauto nella versione di Guido Vitali, con otto tavole di Giorgio de Chirico (Garzanti, Milano 1952); ad agosto, per l'apertura dell'estate culturale del Polo museale, è stato presentato il romanzo Malanni di stagione di Oreste Lo Pomo, giornalista e caporedattore Rai della Basilicata; per i focus del mese, sono stati esposti invece i volumi: Fanale di coda di A. Di Marcantonio; Leonard De Vinci ou La fin de l'humilité di R. Lebel; Archimede, i tuoi lumi, i tuoi lemmi di Leonardo Sinisgalli (in una edizione di Alberto Tallone); Spazi cosmici di A. Mattiacci; La Femme Facile di G. Hugnet; Poem di Joan Brossa e con 28 pagine di litografie originali di Antoni Tàpies; La Réalité et sa Totalité di P. Lepatre con litografie di Debré, Hartung, Magnelli, Motherwell, Tàpies, e un'incisione di Lepatre; Manierismus in der Kunst di G. R. Hocke con incisioni di Bremer, Bruni, Castillo, Gross, Hrdlicka, Korab e Meckseper e una litografia di Von Gugel; Pari mutuel di R. Simon con incisioni di Jorge Camacho; L'omnibus del Corso di B. Sanminiatelli, con illustrazioni e un disegno originale di Amerigo Bartoli; Docile, riluttante di A. Zanzotto con xilografie di Carla Accardi; Canzoniere di Federico II di Svevia con serigrafie di Alina Kalczynka; Art Abstrait di C. Estienne con litografie di Del Marle, Dewasne, Deyrolle, Domela, Engerl-Pak, Fleischmann, Hartung, Misxtrik de Monda, Poliakoff, Raymond, Schneider, Warb. Il 18 giugno, in occasione della manifestazione Letti di Notte. La notte bianca del libro e della letteratura nel solstizio d'estate, lo scrittore italiano Andrea Di Consoli ha affascinato la platea di Piazza Marconi con una video intervista, in una serata interamente dedicata agli scritti di Eugenio Montale, Cesare Zavattini, Carlo Belli, Leo Longanesi, Leonardo Sinisgalli, Libero De Libero, Alfonso Gatto, Dino Buzzati, Gramsci, Borges, Hesse, lettere sulla strage del Bataclan e di Capaci e allietata dall'arpa della giovane musicista Daniela Ippolito.

Tra gli ospiti del MIG, vanno ricordati Lorenzo Cerone, figlio dell'artista Giacinto, e Arnaldo Colasanti, Presidente della Fondazione Toti Scialoja, intervistati da Mario Trufelli in occasione della Serata della Cultura tenutasi nel mese di agosto e dedicata a Giovanni Battista Bronzini; l'artista Gianni Dessì che, per la XIII Giornata del Contemporaneo AMACI di ottobre, ha incontrato gli studenti degli istituti superiori del circondario per un'interessante lezione sulla nascita della sua scultura e sull'arte in generale; l'editore Sergio Pandolfini e l'incisore Gianluca Murasecchi che, rispettivamente a maggio e a novembre, hanno lavorato con circa 200 studenti nell'Atelier calcografico "Guido Strazza" in occasione delle settimane della grafica.

Non sono mancati gli appuntamenti per i più giovani, come le iniziative in programma per la Notte Internazionale dei Musei del 18 maggio, dedicata a Joseph Beuys attraverso la visione del Transformer, realizzato da John Halpern nel 1988.

Insieme alla Pro Loco di Castronuovo Sant'Andrea e alla Parrocchia Santa Maria della Neve, infine, come è ormai consuetudine, sono state pensate invece le manifestazioni previste nell'ambito della Pasqua e del Natale. La processione del Venerdì Santo, quest'anno, è stata scandita dalla Via Crucis di Bruno Conte mentre a Roberto Almagno è toccata la realizzazione della bellissima Tovaglia d'altare per la Santa Messa di Pasqua. In occasione del Santo Natale, infine, oltre al riallestimento in chiave etno-antropologica del Museo Internazionale del presepio "Vanni Scheiwiller", arricchito quest'anno dalla preziosa donazione della Maternità di Joaquin Roca Rey, presentati in occasione dell'evento "Il Natale della tradizione lucana", si è ripetuto il consueto appuntamento con i Presepi d'Artista, che ha visto l'esposizione del Presepe paesaggio di Graziano Pompili nella Casa Natale di Sant'Andrea Avellino di Castronuovo, insieme al Presepe preghiera di Raffaele Pentasuglia nella Chiesa di Sant'Antonio di Stigliano (MT), del Presepe blu notte di Guido Strazza a Palazzo Lanfranchi a Matera, del Presepe sfolgorante di Giulia Napoleone nella Galleria Nazionale d'Arte Moderna a Roma, del Presepe pastorale di Giuseppe Salvatori nella Basilica di Santa Maria degli Angeli a Roma, del Presepe installazione di Gregorio Botta presso la Fondazione "Tito Balestra" a Longiano (FC) e del Presepe celeste di Claudio Palmieri a Castel Sant'Elmo a Napoli.

Per tutta questa attività, spesso in dialogo con le maggiori istituzioni italiane (l'ultima, ancora aperta, è la mostra dedicata a Mimmo Rotella in occasione dell'antologica alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma), si sono mossi dai molti paesi del circondario, oltre che da Potenza, Matera, Taranto, Lecce, Brindisi, Bari, Cosenza, Napoli, Caserta, Roma, Milano, ecc., tanto da superare la soglia dei 5.000 visitatori, molti dei quali diventati amici del MIG e attenti visitatori del sito e delle pagine facebook del Polo Museale di Castronuovo.

 

 

Redazione on line
10 gennaio 2019 09:17