Mercoledi, 17 ottobre 2018

Polo Museale Puglia

 

 GALLERIA NAZIONALE DELLA PUGLIA

  Palazzo Sylos Calò, via G. Rogadeo, 14 Bitonto                  Giovedì 4 ottobre ore 18:00

                                         RecitalFrancesco d'Assisi e Caterina da Siena

In occasione della festività del patrono d'Italia, La Galleria Nazionale della Puglia in collaborazione con l'associazione culturale "Cenacolo dei poeti" presenta un recital del poeta e attore Francesco Salamina che declamerà la laude "Cantico di Frate Sole e Sorella Luna" (Cantico delle Creature, 1226) di Francesco d'Assisi e della "Lettera a Frate Raimondo da Capua" che la patrona d'Italia e co-patrona d'Europa scrisse al suo padre spirituale dopo aver assistito un condannato a morte nel 1375.

Il recital si compone di 4 sezioni intervallate dagli interventi critici dalla dottoressa Maria Grazia Lamonaca e dall'arpa del maestro Jakub Rizman. 

Le due opere sono accomunate da vari elementi tra cui la spiritualità, la sensibilità innovativa rispetto all'epoca precedente, la nuova lingua che si andava formando e di cui i due testi sono opere fondamentali.

Il cantico delle creature di Francesco è uno straordinario esempio di laude di tipo arcaico, anteriore allo schema della ballata, ed è considerata la prima composizione poetica nella nuova lingua che si stava formando nella penisola appenninica, essa è pertanto alla base della stessa lingua del bel paese. 

La lettera a Frate Raimondo da Capua di Caterina è uno dei massimi esempi di letteratura tardo medievale che la patrona d'Italia e co-patrona d'Europa scrisse in età adulta dimostrando   una incredibile modernità di pensiero.

Il recital rappresenta l'appuntamento primo di un percorso sulla nascita della lingua italiana, della poesia e letteratura, del teatro, della polifonia poetica, per cui le laudi ebbero importanza fondamentale.

***************************************

                      Palazzo Sylos Calò, via G. Rogadeo, 14 Bitonto

                                            Sabato 6 ottobre ore 18:00 

                                        Convegno: La bellezza che cura, cura la bellezza

L'arte è da sempre uno dei mezzi più elevati attraverso il quale l'essere umano esprime le proprie emozioni e per mezzo del quale riesce ad alleviare le proprie sofferenze. L'arte è divenuta essenziale integrazione alle terapie mediche, non solo nell'atto della creazione ma anche nella mera osservazione che attiva la parte del cervello in cui risiedono ricordi ed emozioni che con le arti riescono a riemergere, portando benessere al malato.

Si pensi ai malati di Alzheimer per i quali l'arte rappresenta uno dei metodi più efficaci per riuscire a entrarne in contatto, poiché non avendo una logica e una grammatica è compresa dai malati anche in stato avanzato.

La Galleria Nazionale della Puglia è stata scenario e contenitore negli anni di progetti e visite che hanno visto malati di Alzheimer e persone affette da deficit mentali immergersi in un mondo fatto di immagini, emozioni, colori, silenzio, bellezza.

La bellezza che cura, cura la bellezza. L'esplorazione sulla potenzialità curative dell'arte tocca le parti più profonde di noi, pertanto la bellezza va custodita, protetta e incentivata.

Relatori

dott.ssa Nuccia  Barbone, direttore della Galleria Nazionale della Puglia

Arte e disabilità

 dott. Isacco Cecconi, funzionario storico dell'arte

Alzheimer e Musei: alcuni esempi di pratiche museali

Discussant

dott. Antonello Taranto, psichiatra direttore del dipartimento dipendenze patologiche ASL BA

****************************************

Ingresso libero

Info 080 099 708

Mail: pm-pug.gallerianazionaledellapuglia@beniculturali.it;

Facebook: Galleria Nazionale della Puglia "G. e R. Devanna"

Instagram: GalleriaNazionaleDellaPuglia

 

 

Redazione on line
03 ottobre 2018 09:40