Martedi, 18 dicembre 2018

Sulla questione del Teatro Duni

duni

 

Teatro Duni: ultime novita' 

il prof. Carnovale in proprio ed  nella  qualità  di legale rappresentante della Navona srl, socia e conduttrice del Teatro Duni   conferma ,   come    gia' immaginato e  preannunciato   in  altri  suoi comunicati stampa,  che  i  vari  tentativi,  più o meno  sinceri  , di qualche privato di acquistare il Teatro  Duni, per il momento si sono solo rivelati    un  ""flop  ""

ma il 2019 si avvicina e Matera ha bisogno del contenitore culturale piu' grande della citta'

 forse pero'  il teatro costruito dal nonno , Antonio Andrisani , ha ancora la  possibilità di essere recuperato con l'aiuto dell'amministrazione comunale di matera.

Carnovale in verità,   ha sempre sperato in una collaborazione con  il comune di Matera,  soprattutto dopo la presentazione  agli uffici competenti  del comune,  del  progetto  di restauro del Teatro a   firma  del  caro  amico e architetto Luigi Acito che da  sempre si preoccupa delle sorti del Duni

il  sindaco De Ruggieri    ha  sempre  chiesto   trasparenza  e competenza   alla società  proprietaria del teatro per poter   concretizzare il dialogo,   ed  in linea con le richieste del sindaco   i  soci   dopo la  prevedibile fuga dei compratori privati  ,   si sono   riuniti in una assemblea   lo scorso  20 marzo   e   hanno finalmente cercato di mettere un pò di ordine  nella società

l'assemblea ha deliberato  la   revoca   definitiva  del   precedente  liquidatore che vive in Calabria  : il rag. carmelino  Scalise   ed ha   nominato  quali nuovi liquidatori due bravi e stimati professionisti  : il dott. Morelli   ed il dott. Gemma, commercialisti in matera , i  quali   presenti in assemblea hanno accettato la carica  

i  due liquidatori  adesso hanno 30 giorni dal per  avviare  le pratiche di routine e  cominciare il   dialogo con il comune    dopo aver gia'  cominciato ad  approfondire personalmente  tutte le possibilità di sviluppo del Teatro Duni   con il prof.  Arturo  Cancrini il noto amministrativista di Roma  che aveva  già   avviato  da molto tempo  un dialogo  molto produttivo con il sindaco  De Ruggieri

speriamo che sia la volta buona anche perchè il sindaco di matera  si è  ancora una volta dimostrato interessato a risolvere il problema  prima del 2019

 ce la farà matera ad aver il suo teatro   ??

Giovanni Carnovale

*****************************************************

In riferimento al recupero del Cine-Teatro Duni il Sindaco di Matera ha espresso queste valutazioni:

"E' necessario diradare le nebbie e le ombre che investono il problema del riuso del Cine-Teatro Duni di Matera.

Il Comune sin dal settembre 2016 ha destinato risorse per 8 milioni di euro per l'acquisto e il restauro di tale qualificato spazio teatrale.

In data 20 marzo 2017 è stata notificata ai proprietari la proposta di acquisto al prezzo di € 3.422.000,00 come da relazione di stima redatta dall'Agenzia delle Entrate.

In data 8 aprile 2017 il liquidatore della società Cine-Teatro Duni comunicava che il prezzo proposto dal Comune si rivelava "molto penalizzante, economicamente, sia per la società che per i soci" per cui la proprietà aveva ritenuto più vantaggioso il prezzo offerto dai privati.

Innanzi a questa situazione il rag. Carmelino Scalise, liquidatore della società, chiedeva l'aumento dell'importo offerto dal Comune.

In data 13 aprile 2017, il Comune di Matera, riscontrando tale nota, comunicava che, per legge, la valutazione di € 3.422.000,00 non era suscettibile di alcuna modifica.

Solo di recente, (2 marzo 2018), lo stesso rag. Scalise ha dichiarato il ripensamento dei proprietari disponibili a riprendere la trattativa di compravendita.

E' ovvio che tale richiesta risulta tardiva e superata dalla avvenuta nuova programmazione delle risorse che ha destinato ad altri progetti, già in corso di attuazione, l'originaria disponibilità finanziaria di 8 milioni di euro.

Di fronte a tale situazione, nel corso della riunione del CIS, tenutasi il giorno 09 aprile 2017, il Sindaco, assumendosi ogni responsabilità e pur di risolvere l'annosa questione, ha dichiarato che il Comune è ancora disponibile a versare il prezzo di € 3.422.000,00 purchè altri soggetti istituzionali pubblici garantiscano l'importo di € 4.500.000,00 per gli interventi di riqualificazione e rifunzionalizzazione del Teatro.

In assenza di una tale necessaria integrazione finanziaria esterna, il Comune non può diventare proprietario di un Teatro in disarmo.

Chi ha a cuore il destino del Cine-Teatro Duni di Matera collabori con il Comune nella ricerca di questo essenziale finanziamento risolutivo".

******************************

"Il Teatro Duni deve tornare alla città ed essere cuore pulsante dell sua attività culturale, ponendo fine ad un'annosa vicenda. E' per questa ragione che mi dico disponibile a supportare il percorso in campo e a rintracciare le risorse economiche necessarie affinché, dopo che il comune avrà concluso la procedura di acquisto, che chiedo sia veloce, venga reso funzionante attraverso un progetto di ristrutturazione.

Non si può vivere di continui rinvii né di situazioni perennemente irrisolte, pertanto la Regione è pronta a fare la sua parte. Ho chiesto agli uffici di fare le opportune verifiche e, a valle di esse, proporrò un emendamento nella prossima finanziaria da sottoporre al Consiglio regionale. Mi sembra una giusta risposta per Matera, i suoi cittadini e gli operatori culturali". Lo dichiara il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella.

**************************************************************

Teatro Duni, Adduce soddisfatto per decisione Pittella

"Sono molto soddisfatto della decisione del presidente della Regione, Marcello Pittella, di mettere a disposizione risorse per la riqualificazione del cineteatro Duni". Lo afferma il presidente della Fondazione Matera-Basilicata2019, Salvatore Adduce. 
"Ora occorre reperire i finanziamenti necessari all'acquisto dell'immobile - aggiunge Adduce - per ridare finalmente alla città quello straordinario contenitore, patrimonio architettonico e fondamentale luogo di produzione e distribuzione culturale. Non sappiamo, al momento, se il teatro sarà pronto per il 2019, quando Matera sarà capitale europea della cultura. Comunque è importante chiudere nel più breve tempo possibile l'accordo con i proprietari e avviare i lavori ridando lustro e vitalità a questo immobile in modo che sia inserito fra le eredità che il 2019 lascerà alla comunità materana e lucana. Alla luce dell'impegno messo in campo dalla Regione Basilicata ho immediatamente sentito il sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, per concordare subito una soluzione compatibile con le disponibilità finanziarie del Comune". 

 

 

 

 

 

 

 

Redazione on line
10 aprile 2018 15:48