Mercoledi, 18 luglio 2018

Olimpia Matera sconfitta a Teramo

OliTe

L'Olimpia Matera non riesce a vincere in trasferta per rientrare nella zona playoff del Campionato Nazionale di Pallacanestro - Serie B "Old Wild West" - Girone C: infatti nel pomeriggio di domenica, 11 febbraio 2018, la formazione materana è stata battuta a Teramo per 91 a 75, nella ventiduesima giornata - settima del girone di ritorno.
 
La partita è iniziata bene per capitan Ochoa e i suoi compagni - tra i quali il play/guardia Diego Terenzi appena approdato da Bisceglie tra le fila biancoazzurre: infatti i materani partecipavano a un serrato confronto di scambi punto a punto, riuscendo perfino, in due occasioni, a lanciare una fuga di otto punti nei minuti 4:26 (13-21) e 14:58 (34-42), prontamente ripresi dai teramani (44 a 43 il punteggio alla fine del secondo quarto e giochi rimandati alla seconda parte della partita). Anche l'andamento del terzo quarto era contraddistinto da una sostanziale tenuta dei fronti contrapposti, l'Olimpia cedeva a Teramo altri due punti nel bilancio della partita, e la frazione terminava con il punteggio di 65 a 62. Così l'allenatore dei materani, Giovanni Putignano, racconta il match: "Abbiamo giocato un'ottima partita, tenendo conto che era in trasferta e contro un avversario forte in casa e  tenace:  nei primi venti minuti di gioco abbiamo contenuto le percentuali di Teramo, specie dei giocatori più rappresentativi. Nel terzo quarto abbiamo mantenuto un buon equilibrio tra difesa e attacco, direi che il risultato è soddisfacente anche dal punto di vista fisico, considerato che si trattava della terza partita in una settimana."
 
E' stato diverso, invece, l'andamento dell'ultimo quarto; prosegue Putignano: "Nella quarta frazione di gioco, i nostri avversari hanno conseguito un piccolo vantaggio di un paio di possessi, che tuttavia non siamo mai riusciti a colmare; non dobbiamo esporci a parziali ingenerosi e negativi a partita finita, tanto da far assumere ai numeri una rilevanza superflua". Infatti i padroni di casa si portavano a +8 al minuto 32:33 (72-64), poi gli ospiti recuperavano cinque punti (72-69 a 33:27), ancora una fuga di Teramo a 35:45 (+9, sul 78-69), Matera ritornava a -6 per due volte con due triple di Ochoa, ma infine cedeva al definitivo attacco degli abruzzesi, che chiudevano l'incontro.
 
Tra i materani, buone le prestazioni in doppia cifra di Migliori e Battistini, entrambi con 19 punti, e di Ochoa (14). Tra gli avversari, spiccano i 28 punti di Milojevich, seguito da Lagioia (13), Salamina (12) e Musso (10).
 
Dopo le due convincenti affermazioni con Bisceglie e Fabriano, l'Olimpia si ferma per un turno a quota 22 punti in classifica, ma non ne approfittano alcune dirette contendenti che, all'interno della zona playoff, restano a due punti dei materani: Campli, battuta in trasferta da Porto Sant'Elpidio (66-54); Pescara, sconfitta a Nardò (82-55). Nelle altre partite della giornata sono state omologate le vittorie interne di Ortona su Perugia (81-80), Bisceglie su Fabriano (82-63), Senigallia su Civitanova Marche (82-80), e quelle esterne di San Severo a Cerignola (67-74), e di Recanati a Giulianova (52-90).
 
In conseguenza dei risultati di domenica, i materani si ritrovano in uno spazio davvero angusto della classifica, a due punti sia dalla zona playoff, sia da quella playout - che incombe minacciosa. Infatti, a otto partite dal termine della regular season, in classifica otto formazioni occupano la zona playoff: San Severo (40), Recanati (30), Bisceglie (28) e le cinque squadre a 24 punti (Porto Sant'Elpidio, Campli, Pescara, Senigallia e Teramo). Seguono, in fascia neutra, Matera, Civitanova Marche e Nardò (22). Quindi si apre la zona playout, con Giulianova (20), Fabriano (16), Cerignola (14) e Perugia (10); a rischio di retrocessione diretta, Ortona con 8 punti.
 
Il calendario delle prossime partite dell'Olimpia Matera in regular season prevede quattro partite in casa - 18/2 con Cerignola (ora a quota 14), 11/3 con Giulianova (20), 25/3 con Senigallia (24) e 22/4 con Porto Sant'Elpidio (24) - e altrettante in trasferta: 25/2 a Ortona (8), 18/3 a Pescara (24), 8/4 a Recanati (30) e 15/4 a Campli (24). Otto scontri diretti in una classifica cortissima: in questo momento pare che davvero nessuno, nel girone C - a parte la capolista San Severo - possa ritenersi escluso dalla girandola delle over season, nel bene (playoff) e nel male (playout).
 
 
 
TABELLINO
 Teramo Basket 1960 - Olimpia Matera 91-75
(29-27, 15-16, 21-19, 26-13)

Teramo Basket 1960: Bogdan Milojevic 28 (12/15, ½), Andrea Lagioia 13 (1/3, 2/4), Simone Salamina 12 (4/6, 0/0), Victorio gustavo Musso 10 (3/5, 1/3), Valerio Staffieri 9 (½, 0/3), Edoardo Piccinini 6 (0/0, 2/2), Danilo Errera 6 (¾, 0/0), Victor Osmatescu 4 (2/4, 0/0), Lorenzo Nolli 3 (0/0, 1/6), Davide Di eusanio 0 (0/0, 0/0), Riccardo Ceci 0 (0/0, 0/0), Alessio Manente 0 (0/0, 0/0), Giacomo Cicognani 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 19 - Rimbalzi: 28 5 + 23 (Valerio Staffieri 6) - Assist: 23 (Simone Salamina 6)

Olimpia Matera: Franco Migliori 19 (5/7, 3/5), Leonardo Battistini 19 (6/8, 2/3), Ignacio Ochoa 14 (2/4, 2/2), Matias nicolas Di marco 8 (2/5, 1/3), Alessandro Marra 6 (3/5, 0/2), Nicolò Ravazzani 4 (2/7, 0/0), Diego Terenzi 3 (½, 0/4), Lorenzo Varaschin 2 (1/1, 0/0), Samuele Pasqualini 0 (0/0, 0/1), Alberto Montemurro 0 (0/0, 0/0), Giovanni Cesano 0 (0/0, 0/0), Marcello Cozzoli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 9 - Rimbalzi: 23 4 + 19 (Franco Migliori 8) - Assist: 15 (Matias nicolas Di marco 6)

Redazione on line
16 febbraio 2018 10:29