Giovedi, 13 dicembre 2018

Matera batte Andria

 

MATERA - FIDELIS ANDRIA 2-1

MATERA (3-4-3): 1 Golubovic; 5 Scognamillo, 2 Buschiazzo, 28 De Franco; 27 Casoli (81' - 8 Salandria), 20 Maimone, 14 De Falco, 17 Sernicola; 10 Strambelli (90' - 23 Urso), 19 Corado (70' - 9 Dugandzic), 11 Giovinco (81' - 7 Sartore). 
A disposizione: 22 Tonti, 12 Mittica, 16 Dammacco.
Allenatore: Gaetano Auteri.

FIDELIS ANDRIA (3-5-2) 1 Maurantonio; 19 Celli, 25 Quinto, 6 Rada; 2 De Giorgi, 17 Esposito (88' - 7 Barisic), 8 Piccinni (88' - 11 Matera), 23 Bottalico (55' - 29 Nadarevic), 16 Minicucci (65' - 14 Tiritiello); 9 Croce (55' - 13 Scaringella), 10 Lattanzio. 
A disposizione: 22 Cilli, 4 Allegrini, 5 Colella, 18 Ippedico, 20 Di Cosmo, 24 Paolillo, 29 Nadarevic. 
Allenatore: Aldo Papagni.

ARBITRO: Fabio Pasciuta di Agrigento. 
ASSISTENTI: Giuseppe Di Giacinto di Teramo e Andrea Micaroni di Chieti.

NOTE
Reti: 50' Casoli (MA); 63' Maimone (MA); 85' Scaringella (FA)
Ammoniti: 44' Piccinni (FA); 53' De Falco (MA); 58 Rada (FA); 72' Scognamillo (MA); 89' Buschiazzo (MA)
Angoli: 4-1     Recupero: 0' p.t.; 5' s.t.

*******************************

Un Matera risoluto ma con palesi difficoltà nelle conclusioni a rete ha affrontato a viso aperto l'Andria e malgrado diverse occasioni per chiudere la gara ha rischiato di rovinare tutto nel finale. Alla fine ha incamerato tre punti preziosi per la classifica, mitigando in parte alla nuova decurtazione di punteggio con cui è stata di recente penalizzata.

I biancazzurri sono partiti con la ferma intenzione di acquisire il vantaggio costringendo la formazione di Papagni nella sua metà campo e subito hanno fallito due favorevoli occasioni. La più chiara al 13' con Casoli che di testa da posizione favorevole sul cross proveniente dalla destra ha mandato fuori dai pali difesi da Maurantonio. Al 24' ha rischiato di capitolare su una azione di contropiede che ha liberato Bottalico  sulla destra dello schieramento andriese. Golubovic in uscita disperata ha chiuso lo specchio della porta e la sfera si è persa sull'esterno della rete. Al 26' azione dubbia in area pugliese con Giovinco spintonato ma per l'arbitro della gara nulla di fatto. Altra occasione per il Matera al 31' con De Falco che serve Corado, la punta materana sfrutta un rimpallo e serve Giovinco libero appena dentro l'area avversaria che manda fuori con un tiro sbilenco. La reazione  dell'Andria è al 36' con Quinto che impegna Golubovic con una parata  a terra. Sulla ripartenza successiva è ancora Corado al 37' servito sempre da De Falco che tenta una improbabile manovra di aggiramento su Maurantonio che favorisce il recupero della difesa avversaria. Un minuto dopo al 38' è ancora Giovinco da una posizione più defilata ad andare fuori bersaglio. Infine al 43' Giovinco batte dall'angolo, è uno schema che serve De Falco appena fuori area che al volo manda sopra la traversa di Maurantonio.

Nella ripresa il Matera riparte ben deciso a conquistare il meritato vantaggio che avviene al 51' quando Strambelli effettua un preciso cross in area avversaria su cui interviene Casoli di testa, Maurantonio respinge ma Casoli riprende e realizza (1-0). L'Andria a questo punto tenta una reazione e per poco al 56' non ferisce il Matera con Lattanzio che svirgola la sfera e vanifica la buona occasione.  I biancazzurri di mister Auteri  si fanno più accorti  e spingono soprattutto sulle fasce. Al 61' Sernicola  s'invola sulla fascia destra e crossa verso l'area avversaria, sulla corta respinta di un difensore pugliese s'avventa Maimone che insacca per il doppio vantaggio (2-0). Il gioco si fa un po' frammentario sia per i numerosi falli tattici che per le sostituzioni operate da entrambi i tecnici. L'Andria allora tenta il tutto per tutto e crea qualche difficoltà alla formazione materana che sembra subire gli avversari. All'83' fallo ingenuo di Salandria in area biancazzurra, tocco con il braccio su uno spiovente  e rigore concesso per i pugliesi. Sul dischetto si presenta Lattanzio, tiro angolatissimo sulla sinistra di Golubovic che con un intervento strepitoso devia in angolo. Il Matera bada soprattutto a difendere il vantaggio e l'Andria allora prova ancora a attaccare e all'85' in mischia davanti a Golubovic  è Lattanzio che devia sottomisura, il portiere biancazzurro riesce a deviare, Lattanzio riprende e spinge la sfera verso la porta dove sulla linea un difensora materano respinge come può, la sfera capita ancora nei pressi dello stesso Lattanzio che da terra riesce a spingere la sfera oltre la linea di porta (2-1). Non succede più granchè malgrado i tentativi dell'Andria ben contenuti dalla difesa materana anche nei successivi cinque minuti di recupero concessi dal direttore della gara e il Matera porta a casa un successo del tutto meritato. 

 

 

 

Nino Grilli
04 dicembre 2017 08:57