Mercoledi, 20 giugno 2018

SPORTANTENNE MATERA

gruppo

 

Sabato 25 novembre, all'interno della 7° edizione dello SportFilmFestival organizzato da Asd Matera Sports Academy in collaborazione con il Comitato UISP Basilicata.

SportAntenne Matera ha organizzato una giornata di presentazione delle iniziative per i prossimi mesi.

La mattina è iniziata con un incontro con le scuole. Sono stati proiettati alcuni corti in una Sezione Speciale dedicata ai migranti e sport, come la proiezione del corto: "L'Incontro" di Michele Mellara e Alessandro Rossi. Storia di sport e IUS SOLI.

La mattinata è stata arricchita da una tavola rotonda "Lo sport per tutti scende in campo contro le discriminazioni" con:

Raffaella Chiodo - Vicepresidente rete Fare-Football againstracism in Europe;

Ivano Maiorella - Responsabile Comunicazione UISP Nazionale;

Valerio Piccioni - Giornalista Gazzetta dello Sport

Mariangela Liantonio - Assessora Politiche Sociali e Scuola del comune di Matera

Giuseppe De Ruggieri - Coordinatore SportAntenne UISP Matera

 

È stato presentato anche il programma del Torneo Antirazzista SportAntenne, iniziato sabato a Matera, che proseguirà fino a marzo 2018. Queste le tappe:

25 novembre 2017     Matera

17 dicembre 2017      Salandra (MT)

21 gennaio 2018        Nova Siri (MT)

18 febbraio 2018        Sant'Arcangelo (PZ)

18 marzo 2018           Gorgoglione (MT)

 

 

Nel pomeriggio, come detto, c'è stato il torneo di calcio a 5 con squadre miste tra studenti e migranti senza arbitro della durata di 10' ciascuna. 40 ragazzi tra migranti e studenti materani, divisi in 6 squadre miste.

Giocare a calcio tutti insieme divertendosi e socializzando. Tante brevipartite senza nessuna classifica, dove sono stati premiati tutti.

 

In serata, la premiazione si è svolta all'interno della Cerimonia di Premiazione del MSFF presso la Fondazione Sassi.

La sala è stata arricchita con lavori in cartapesta, fatti in un laboratoriocondotto dall'artista Raffaele Pentasugliapiù di un anno fa, da migranti ospiti presso i centri qui di Matera.

(La mostra è una testimonianza di tutti i lavoratori impegnati nella raccolta delle arance a Rosarno ed una denuncia sul caporalato).

 

Una targa ricordo è stata data anche ai rappresentanti degli SPRAR e CdA che vi hanno partecipato.

 

 

 

Redazione on line
02 dicembre 2017 14:54