Martedi, 26 settembre 2017

La mia Matera antologica pittorica di Tahar Ben Jelloun

Tahar Ben Jelloun e i suoi dipinti

 

La città dei Sassi al centro di Milano. "La mia Matera", non da un solo punto di vista, ma a mo' di poliedro. Le tante sfaccettature spaziano dai solchi tracciati nella materia viva, pietra e tufo, ad una architettura che si lascia toccare per divenire poi veicolo di immaginazione. Astrazione del genius loci. Un'anima che si riempie di poesia, stilemi ritmici, racconti (propriamente, come si dice oggi, storytelling). Un movimento di sentimenti, ancor più culturale, che si dipana lungo le trame di un romanzo e i versi di una poesia visiva grazie ad una ricca e creativa raffigurazione artistica. Un'antologica pittorica che vede Matera, città dei Sassi patrimonio Unesco dal 1993, capitale europea della Cultura 2019, rappresentata dal noto poeta, romanziere e giornalista franco-marocchino Tahar Ben Jelloun. L'autore (premio Goncourt 1987) ha realizzato le opere nel febbraio-marzo scorso toccando con mano l'intreccio scavato nei Sassi, realizzando poi la "sua" Matera a distanza supportato da una personale vena d'immaginazione. Una fitta rete di messaggi ed espressioni grafico-pittorici, con tempere, acquarelli e tecnica mista, che costruisce ponti tra culture, civiltà precisamente. Un connubio di valori tra la città imperiale marocchina di Fès  - o Fez, ove è nato nel '44 l'eclettico Ben Jelloun, parigino di adozione -  e la città dei Sassi, terza realtà più antica al mondo dopo Aleppo e  Gerico. V'è una circolarità di vedute, di elementi storico-artistico-monumentali e geografico-ambientali, di colori e suoni. Il tutto crea un armonioso mix di assonanze, analogie, costumi e testimonianze, fra le realtà materana e marocchina  e il mar Mediterraneo come cerniera. Con un respiro d'oltralpe, parigino. "La mia Matera" propone 16 opere grafico-pittoriche, di medio-grande formato, in  mostra  fino al 12 luglio prossimo presso la Galleria Antonia Jannone - Disegni di Architettura nel centralissimo Corso Garibaldi 125 a Milano.  La Vernice si inserisce nella XVIII edizione de  La Milanesiana 2017, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, promossa dal Comune di Milano e organizzata da I Pomeriggi Musicali/Teatro dal Verme. L'iniziativa, divenuta maggiorenne, è una finestra aperta sul mondo della letteratura, della musica, del cinema, della filosofia, del teatro, dell'arte figurativa, della scienza e dell'economia, confermando la propria vocazione internazionale con un variegato e intenso programma di eventi tra Milano, Torino, Firenze, Verbania e Bormio.  La pittura di Tahar si connota, altresì, di una rotondità di segni, linee sinuose, luci ed atmosfere magiche, triangoli e cupole con piccole croci alla sommità. Significativi i richiami alle antiche civiltà che in parallelo seguono sentiti credi religiosi, stili di vita e propri indirizzi socio-culturali. I dipinti "La mia Matera" appassionano l'amante dell'arte, proprio perché sono figurativi "caldo-mediterranei" pregni di misteri. E i segni grafici divengono tavole giocose, labirintiche... Per altri aspetti le pitture accomunano, giammai dividono, aspettative di donne e uomini, desideri e speranze, pensieri sommersi. Tahar Ben ha realizzato il tutto come Omaggio (esclusivo) a La Milanesiana 2017 ed alla città dei Sassi. A fronte dei dipinti, inseriti nell'omonimo catalogo della mostra edito da La Milanesiana e Fondazione Elisabetta Sgarbi, i versi di Jelloun. Tra i tanti, "Le pietre sanno restituire la luce a coloro / che trovano il tempo di  guardarle con tenerezza.", "Una strada scende. Un'altra sale. / L'occhio non può fare il punto. Meglio immaginare.", "La solitudine non osa fare rumore. / Sta lì, ma fino a che la luce governa, ha un profilo basso.", "Alcune stelle hanno incaricato le cicogne / di riservare loro un pozzo o un nido."...  I segni e i colori delle opere, con l'immaginaria percezione dei suoni di sottofondo, presentano una realtà ancora in attesa dell'Uomo.  Leggendario rimane il pensiero  "C'era e non c'era una volta...".

Carmine Grillo

 

 

Redazione on line
07 luglio 2017 10:14