Martedi, 26 settembre 2017

Associazione Mapart presenta il concerto di Alpha Blondy

MapArt

 

Paolo Irene, presidente dell'associazione MapArt ha presentato oggi il concerto di Alpha Blondy che si terrà il 5 agosto a Matera e sarà anteprima della rassegna Materadio.

"Alpha Blondy - ha spiegato Irene - è un artista centrale nella  scena internazionale che si esibirà a Matera insieme ad una formazione di 14 elementi. Il concerto sarà aperto da Bobo Sind, esponente materano della musica reggae". I biglietti si trovano già sulla piattaforma "go2" e prevedono diversi costi: il  biglietto intero sarà di  16 euro, mentre i disabili pagheranno un biglietto-contributo di 5 euro e i richiedenti asilo di 8 euro, ovvero la metà del costo del biglietto la cui parte mancante verrà sostenuta da uno sponsor che sarà individuato dagli organizzatori. Previsto anche un servizio di car sharing.

"L'iniziativa - ha tenuto a precisare Irene - è a impatto zero: i rifiuti prodotti infatti verranno raccolti, a cominciare da un'ora dopo la fine del concerto, e l'area verrà completamente liberata. Il materiale recuperato verrà riciclato  da un'azienda associata a MapArt.

Alpha Blondy è il nome d'arte di Seydou Koné, cantante ivoriano reggae molto popolare in Africa Occidentale. Canta principalmente in dioula, francese ed in inglese. Fa parte del gruppo Solar System e ha collaborato anche con il rinomato gruppo The Wailers.

Presente alla conferenza stampa anche Paolo Verri, direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019 che ha sottolineato: "Nell'ambito della edizione 2017 di Materadio il cui tema è Ricerca e percorsi,  in programma dal 23 al 25 settembre, seguiremo questo concerto. Il programma di quest'anno sarà particolarmente sorprendente e per questo quando abbiamo avuto la proposta di collaborare all'appuntamento del 5 agosto, abbiamo pensato di prevedere un appuntamento in anteprima come già avvenne con Goran Bregovic, con un'intervista esclusiva a Alpha Blondy, personaggio di fama mondiale che siamo orgogliosi venga a Matera".

Al dirigente dell'Ufficio Cultura, Giulia Mancino il compito, infine, di illustrare lo spirito che ha mosso la partecipazione e il sostegno dell'amministrazione comunale: "Non essendoci le condizioni per mettere a disposizione spazi e location in città a titolo gratuito, stiamo pensando di sostenere date e iniziative di spessore,  traducendo in contributo finanziario gli importi che verrebbero richiesti per fruire degli  spazi, insieme ad alcuni servizi come quello di supporto alla viabilità che va considerato per conto terzi.  E' molto probabile - ha aggiunto - che nei casi in cui verrà applicato questo meccanismo, chiederemo ovviamente, che le stesse realtà non partecipino al relativo bando". 

 

 

Redazione on line
05 luglio 2017 16:56