Martedi, 26 settembre 2017

Giornata mondiale dei malati di SLA

Con cuore impavido

 

21 giugno Global day

Il 21 giugno ricorre la giornata mondiale dei malati di SLA, il Global day, e l'Associazione Onlus "Con cuore impavido" per i malati di SLA si unisce a tutto il mondo per dire forte il suo amore alla vita e la necessità di prendersi cura delle persone che soffrono questa malattia fortemente invalidante, al fine di riconoscerne la dignità e il valore, e per sollecitare il mondo della sanità e le istituzioni a realizzare intorno ai malati di SLA tutta l'attenzione e la cura per migliorare la loro condizione di vita.

L'Associazione Onlus "Con cuore impavido" opera da circa due anni a Matera e provincia ed ha già realizzato iniziative importanti per la sensibilizzazione del territorio con due corsi formativi altamente qualificanti, di cui uno in collaborazione con AISLA, associazione nazionale per i malati di SLA nel giugno 2016, e l'altro nei giorni 9-11 giugno scorso. Inoltre, si è resa presente in vari momenti della vita cittadina e dei comuni della provincia: Matera è fiera, iniziative sportive, nelle parrocchie, a Craco, a Garaguso, dove vi erano altri malati di SLA. Ha ancora altri traguardi da raggiungere: quanto prima mettere a disposizione dei malati di SLA un automezzo attrezzato per lo spostamento dei malati non solo verso l'ospedale ma anche verso luoghi di vita per momenti di svago e per permettere ai malati una migliore vita sociale.

In occasione del Global day 2017 il presidente onorario di "Con cuore impavido" Vincenzo Manzari, anch'egli affetto da SLA, ha voluto offrire a tutti 10 motivi per sostenere i malati di SLA.

L'ASSOCIAZIONE CON CUORE IMPAVIDO CELEBRA IL GLOBAL-DAY  21/06/2017

PRESENTANDO

10 motivi per sostenere i malati di sla

1)      Perché il coraggio è l'elemento indispensabile per affrontare la vita;

2)      Perché vediamo in ogni malato di sla una persona da ammirare;

3)      Per credere con noi che ogni sforzo anche minimo per sconfiggere la sla sia prezioso;

4)      Perché passi l'idea che curare significa prendersi cura;

5)      Per apprezzare lo sforzo immane che ogni malato affronta ogni giorno e rendergli onore;

6)      Perché ogni sorriso di chi vive con questa malattia accanto, merita di essere premiato dei nostri sforzi;

7)      Perché non smetteremo mai di lottare per costruire intorno ai malati di sla un luogo di vita dignitoso, incoraggiante, condivisibile;

8)      Perché solo insieme possiamo farcela;

9)      Perché noi crederemo sempre nel valore inestimabile della vita

10)  Per dare a tutti la speranza di un mondo in cui la malattia non interrompe la vita.

VINCENZO MANZARI

 

 

Redazione on line
21 giugno 2017 10:26