Martedi, 18 febbraio 2020

Incontro con Casa Netural

 

L'assessore ai Quartieri Paola D'Antonio ha incontrato l'associazione Casa Netural.

"Si è avviato così - spiega l'assessore - un percorso che porteremo avanti con le associazioni, i comitati e i cittadini per condividere con loro forme di partecipazione e rappresentazione di istanze e necessità per giungere in tempi brevissimi a un programma e a una progettualità che si sviluppano sul confronto diretto."

L'incontro di oggi  conferma gli obiettivi dell'assessore, condivisi dal considaco Raffaello de Ruggieri e sostenuti dal Testo Unico sugli Enti Locali relativo alle forme di partecipazione dei cittadini all'amministrazione locale.

"Pur non essendo previsto nell'attuale Statuto comunale,  nulla in materia di partecipazione popolare - spiega inoltre l'assessore D'Antonio - riteniamo sia fondamentale che in attesa delle modifiche statutarie, si possano avviare forme di collaborazione e di consultazione diretta. E' anche per questa ragione che a partire dai prossimi giorni incontrerò comitati, associazioni e cittadini dei quartieri moderni e delle periferie fornendo adeguata informazione alla cittadinanza".

*******************************

"Lo spirito con cui ho avviato una serie di incontri con le realtà  associative della città, con i comitati e i cittadini, nasce dalla necessità di individuare linee guida lungo le quali muovere la nostra azione, in collaborazione con chi opera sul territorio e soprattutto nell'interesse della comunità".

Così l'assessore ai Sassi, alla Difesa del centro storico , dei quartieri e della qualità urbanistica contemporanea, Paola D'Antonio risponde alla lettera aperta del Comitato di quartiere Rione Sassi, aggiungendo "Ritengo anche io che il confronto diretto sia alla base di una azione trasparente e operativa e, per questo, se un rinvio della data di incontro può condurre ad un utile dibattito sui temi contenuti nel documento  cui si fa riferimento, attendo indicazioni da parte del comitato.

In quanto - conclude l'assessore - alle urla dei post e ai social intesi come luogo di sfogo, non appartengono al nostro modo di operare. La nostra è una azione che ha come unico obiettivo quello di lavorare per individuare un meccanismo di collaborazione e sinergia, lontani dalle polemiche ma attenti alle necessità di chi, come i componenti del Comitato, vive ogni giorno le problematiche di un rione così particolare come sono i Sassi". 

 

 

 

 

Redazione on line
10 settembre 2016 14:38