Martedi, 21 gennaio 2020

2013-01-19 pag.6 raffineria_eni_carburanti_bis.jpg_0.jpgBreve storia del più ricco giacimento petrolifero d'Europa

CiòcchegiustoQuegli enormi interessi che ipotecano il futuroleggi tutto

13-10-2012 pag.7 mappa delle basi missilistiche a Gioia, Matera, Laterza ecc..jpgBasilicata atomica

CiòcchegiustoMatera, Gioia e Laterza armate con l'atomicaleggi tutto

La fine di un mondo

Ciòcchegiustoleggi tutto

Voltagabbana

Ciòcchegiustoleggi tutto

“Il Consiglio dell'Ordine”

CiòcchegiustoForse era ormai tempo di ritirarsi, anzi certamente lo era! Ciocchéggiusto avvertiva tutto il peso di quegli anni ma, più ancora, dell'intrigo di rapporti che aveva intessuto, intrecciato, annodato e disfatto.leggi tutto

“Nostalgia”

CiòcchegiustoLo prendeva, a volte, una nostalgia irragionevole. Nemmeno riusciva a comprendere bene di chi o cosa. Era un moto autonomo dell'animo che lo tirava per quei viottoli di Napolileggi tutto

“Finalmente!”

CiòcchegiustoCosì, quando arrivarono quelli che aspettava, quasi fu una liberazione. Sapeva che non poteva durare in eterno e, risoluta com'era, era stata sul punto di esclamare: “Era ora”leggi tutto

“I nodi al pettine”

CiòcchegiustoIl guaio era serio davvero e la cosa lo terrorizzava. In fondo era rimasto infantile nei sentimenti come nel pensiero ed affrontare quel cumulo di responsabilità in cui si era cacciato era cosa da adulti fatti.leggi tutto

“Timidi”

CiòcchegiustoMilena pagò il caffè poi girò i tacchi e si avviò verso quella giornata di lavoro che la aspettava fra plichi, cartelline e avvocati. Cioccheggiusto faceva sempre così ed anche peggioleggi tutto

“Fallimento”

CiòcchegiustoNelle circostanze liete, la voce era ferma ed il capo diritto. Accompagnava l'eloquio con ampi gesti e l'intercalare solito, ciocchéggiusto, ricorreva in ogni frase. Spesso anche più volte.leggi tutto

“Il corvo”

CiòcchegiustoGli era presa una smania che non riusciva più a controllare. Era la smania che aveva preso lui e lo portava qua e là a suo piacimento. Bastava che leggesse di un lutto o intercettasse la notizia di una comunione, di una cresima, persino di un compleanno e Ciocchéggiusto non pensava più ad altro. leggi tutto

“Incapaci ed ignoranti”

CiòcchegiustoEra il mondo di “Ciocchéggiusto”, quell'avvocato bugiardo e ammaliatore che aveva saputo per tanti anni padroneggiare e spadroneggiare nel palazzo di Giustizia ormai aveva iniziato la parabola discendente. E con quale pendenza! leggi tutto

:“Condanna!”

CiòcchegiustoQuella mattina, nulla lasciava presagire la tempesta che avrebbe squassato il mondo del noto avvocato partenopeo. Per la verità, quei piccoli segnali che anticipano le tempeste c'erano tutti ma, come si sa, si riconoscono chiaramente solo col senno di poileggi tutto

“La gita a Capri”

CiòcchegiustoL'occasione venne sotto forma di magistrato, donna per giunta. Era una brunetta magrissima, un pò curva per gli anni che, a dire il vero, pesavano più di quanto avrebbero dovuto.leggi tutto

“Novantaquattr'anni”

CiòcchegiustoNovantaquattr'anni, nooo vantaaa quattrooo aaaanni, ripetè ad alta voce scadendo e accentando. Nel corridoio del tribunale di Napoli anche i muri avevano sentito che la signora di 94 anni che lo aveva per difensore, lo cercava ogni mattinaleggi tutto

“Alterne fortune”

CiòcchegiustoAveva conosciuto tempi migliori, ma da qualche anno un avvocaticchio di Posillipo gli aveva creato non pochi problemi. Primo fra tutti non gli consentiva le sue consolidate cattive abitudini leggi tutto

“Ciocchègiusto”

CiòcchegiustoEra un intercalare pronunciato quasi inconsciamente, un riflesso involontario, gli usciva tutto d'un fiatoleggi tutto

1 2 Successive »